DECRETO VACCINI

Obbligo vaccini e certificato vaccinale: cosa fare se manca qualche vaccino obbligatorio? |La Redazione Risponde

Cosa fare se il bambino ha contratto la malattia infettiva per la quale è previsto il vaccino obbligatorio?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Cosa fare se il bambino ha contratto la malattia infettiva per la quale è previsto il vaccino obbligatorio?

Gentile redazione,

mio figlio di 12 anni frequenta la seconda media. La segreteria della scuola mi ha chiesto il certificato vaccinale per provare che il bambino è in possesso di tutti i vaccini resi obbligatori dal decreto vaccini. Il mio problema è che a mio figlio manca il vaccino per la varicella, obbligatorio, poichè l’ha avuta ed è immunizzato. Come devo comportarmi?

Luisa da Viterbo

Il decreto vaccini predispone l’obbligo dei vaccini per tutti i bambini frequentanti la scuola dell’obbligo. I vaccini obbligatori sono 10 (potete trovare qui la lista completa in base all’anno di nascita del piccolo) e per la scuola dell’infanzia e per gli asili nido la mancata vaccinazione presuppone la non iscrizione del bambino a scuola. Per la scuola dell’obbligo, quindi per bambini dai 6 ai 16 anni, pur persistendo l’obbligo dei vaccini non può la loro mancanza presupporre la non frequenza scolastica e proprio per questo sono state disposte multe per i genitori inadempienti.

Il certificato per provare le vaccinazioni effettuate dagli studenti frequentanti la scuola dell’obbligo va presentato entro il 31 ottobre (in ogni caso per chi si è prenotato per le vaccinazioni, presentando un autocertificazione, è prevista una proroga a tale data).

I bambini esclusi dall’obbligo della vaccinazione obbligatoria sono quelli per i quali è stato previsto il differimento della vaccinazione per motivi di salute e per quelli immunizzati a seguito di malattia.

Per i bambini immuni per aver già contratto la malattia, precisa la circolare del Ministero della Salute, la vaccinazione può essere omessa presentando copia della notifica della malattia infettiva effettuata alla Asl dal medico curante o presentando attestazione di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale rilasciata dal Pediatra o dal medico di Medicina Generale.

Per dubbi e domande contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

Decreto vaccini

I commenti sono chiusi.