Obbligo vaccini: il bambino va vaccinato anche se uno dei genitori si oppone

Il figlio va vaccinato anche se uno dei due genitori è contrario, lo ha stabilito il tribunale di Modena.

di , pubblicato il
Il figlio va vaccinato anche se uno dei due genitori è contrario, lo ha stabilito il tribunale di Modena.

Una sentenza del 19 dicembre 2017 del Tribunale di Modena ha stabilito che un bambino va vaccinato anche se uno dei due genitori si oppone.

La vicenda riguarda una donna che si è rifiutata di vaccinare la figlia di 7 anni mentre il padre voleva farlo. La battaglia legale è durata per 3 anni dopo che il papà si è rivolto al giudice affinché per la figlia venisse rispettato il piano vaccinale previsto dalla legge dopo la separazione dalla moglie. L’uomo voleva che alla figlia fossero somministrati i vaccini mancanti, essendole stata somministrata soltanto l’antitetanica, per tutelare la sua salute.

I giudici modenesi hanno espresso la loro sentenza sostenendo che un figlio si può vaccinare anche se l’altro genitore non è d’accordo ma che, non solo si può, in virtù del nuovo decreto vaccini si deve fare proprio per l’obbligo necessario dopo l’allargamento delle vaccinazioni obbligatorie previsto dalla legge Lorenzin.

Genitori che non vaccinano i propri figli: quali sanzioni?

Per i genitori che non hanno rispettato l’obbligo delle vaccinazioni l’Asl inviterà a rispettare tale obbligo con convocazione e, successivamente, con lettera raccomandata. Per i genitori che non assolvessero all’obbligo sono previste sanzioni che vanno dai 100 ai 500 euro. Si ricorda che per l’iscrizione all’asilo nido e alla scuola dell’infanzia i vaccini sono obbligatori ed in mancanza delle vaccinazioni scatta il divieto di frequenza della scuola.

Argomenti: ,