Obbligo POS professionisti, arriva il ricorso al TAR

Obbligo POS professionisti oggetto di ricorso al TAR da parte degli architetti

di , pubblicato il

Obbligo POS per imprese e professionisti in vigore dal 30 giugno 2014 oggetto di polemiche accese tanto che arriva il primo ricorso al TAR.

Obbligo POS professionisti

L’obbligo POS per pagare le prestazioni professionali di ingegneri, architetti, avvocati, commercialisti, ecc è entrata in vigore da quest’anno ma debutterà nella pratica, dopo continui rinvii,  il 30 giugno 2014 quando sono chiamati ad adempiere al dovere di dotarsi di dispositivo Pos solo i professionisti che l’anno scorso hanno registrato un fatturato superiore ai 200 mila euro. Inoltre, in sede di prima applicazione, si prevede che l’obbligo POS scatta solo per pagamenti superiori a 30 euro.

[fumettoforumright]

 

Per maggiori dettagli si rinvia a:

Milleproroghe 2014: tra obbligo POS, proroga sfratti, ecco il testo completo

Obbligo POS professionisti e imprese, proroga al 30 giugno 2014

Obbligo Pos professionisti, rinvio a giugno 2015?

Obbligo POS professionisti: il ricorso al TAR

L’intero impianto normativo non convincere il settore e i primi a muoversi presentando ricorso al TAR del Lazio sono stati gli architetti. Considerato un vero e proprio regalo alle banche, l’obbligo POS è stato posto sotto accusa dagli ordini professionali, tra cui il  Consiglio nazionale degli architetti che ha presentato apposito ricorso sul tema proprio al TAR del Lazio. Anche il consiglio nazionale degli ingegneri si schiera contro la disposizione sull’obbligo POS, minacciando ricorso all’Antitrust “contro una disposizione priva di senso, che impatta indistintamente su tutti i professionisti e che costituisce un ennesimo regalo alle banche”.

Argomenti: Nessuno