Obbligo PEC per imprese dal 29 novembre 2011

Entro il 29 novembre 2011 tutte le imprese sono tenute a comunicare all'Ufficio del Registro delle imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata PEC

di Roberto Franchini, pubblicato il
Entro il 29 novembre 2011 tutte le imprese sono tenute a comunicare all'Ufficio del Registro delle imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata PEC

Per le imprese scatta l’obbligo della Posta Elettronica Certificata PEC – Ai sensi dell’art. 16, c. 6, del D.L. 185/2008 (convertito, con modificazioni, con L. 2/2009), il 29 novembre 2011 è il termine ultimo per tutte le imprese costituite in forma societaria iscritte nel Registro delle imprese alla data di entrata in vigore della citata norma, le quali sono tenute a comunicare all’Ufficio del Registro delle imprese, ai fini dell’iscrizione nel medesimo Registro, il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.

 

Obbligo posta certificata: cosa dice la legge – Il decreto infatti, prevede infatti che “Entro tre anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto tutte le imprese debbano  comunicare al registro delle imprese l’indirizzo di posta elettronica certificata.” Le procedure per la comunicazione dell’indirizzo non sono in carico a DigitPA.

Il DigitPA  e’ l’Ente che svolge le seguenti attività:

  • vigilanza e controllo nei confronti dei gestori del servizio;
  • supporto alle PA per l’introduzione della PEC nei procedimenti amministrativi.

L’obbligo è a carico di tutte le imprese costituite in forma societaria, ai sensi dell’art. 16, c. 6, del D.L. 185/2008 (convertito, con modificazioni, con L. 2/2009). La domanda di iscrizione dell’indirizzo di posta elettronica certificata va presentata mediante la “Comunicazione Unica” di cui all’art. 9 del D.L. 7/2007. I soggetti obbligati alla comunicazione in questione sono:

  • le società di capitali e di persone (comprese le società semplici);
  • le società cooperative;
  • le società in liquidazione;
  • le società estere che hanno in Italia una o più sedi secondarie.

Obbligo PEC 29 novembre 2011 termine ultimo per attivazione – Si evidenzia, in ultimo, che il mancato rispetto del citato termine (29 novembre 2011) comporterà l’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 2630 c.c in  capo al legale rappresentante dell’impresa tenuta all’adempimento in questione.

 

Posta elettronica certificata imprese: perchè è importante? –  La posta elettronica certificata (PEC) è uno strumento che permette di dare ad un messaggio di posta elettronica lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento tradizionale. La PEC può aggiungere inoltre la certificazione del contenuto del messaggio solo se in combinazione con un certificato digitale. La PEC non certifica l’identità del mittente, né trasforma il messaggio in “documento informatico”, se il mittente omette di usare la propria firma digitale.

 

DigitPa Pec: binomio all’insegna della garanzia e della sicurezza – La normativa sulla posta elettronica certificata attribuisce al DigitPA differenti compiti. In particolare indica tale soggetto come custode e gestore delle regole tecniche. È inoltre compito del DigitPA provvedere alla pubblicazione di aggiornamenti, in coerenza con gli standard specificati nella normativa di riferimento.

Il DigitPA, all’interno del proprio sito istituzionale, rende disponibile una apposita sezione riguardante la posta elettronica certificata, contenente una versione scaricabile di tutta la documentazione valida ai fini di legge e riguardante la PEC.

Il Governo Italiano fornisce gratuitamente a tutti i cittadini italiani una casella PEC che, tuttavia, può essere usata solo nelle comunicazioni con la Pubblica Amministrazione e non include un servizio di firma digitale. Anche l’INPS fornisce a tutti i suoi iscritti una analoga casella di posta elettronica certificata per poter comunicare solo con le pubbliche amministrazioni.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lavoro e Contratti