Approvato il nuovo decreto “Proroghe”

Sono ulteriormente prorogati i termini di scadenza di carte d’identità e permessi di soggiorno

di , pubblicato il
Approvato il nuovo decreto “Proroghe”

In considerazione della proroga, dal 30 aprile 2021 al 31 luglio 2021, dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, nel Consiglio dei Ministri del 29 aprile 2021 è stato approvato un nuovo decreto-legge contenente la proroga di alcuni termini di prossima scadenza (c.d. decreto “Proroghe”(.

Decreto “Proroghe”: dalla carta d’identità ai permessi di soggiorno

Il decreto “Proroghe”, fa slittare dal 30 aprile 2021 al 30 settembre 2021 la validità delle carte di identità aventi scadenza entro il 31 gennaio 2020. Inoltre:

  • si estende da sei 6 mesi a 1 anno il termine entro il quale è possibile sostenere la prova teorica per il conseguimento della patente di guida, con riferimento alle domande d’esame presentate nel 2020
  • è prorogata al 31 luglio 2021 la validità dei permessi di soggiorni con scadenza entro il 30 aprile 2021. Ad ogni modo, nelle more è ammesso presentare domanda di rinnovo
  • la revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi (c.d. collaudo) può essere effettuata anche dagli ispettori autorizzati, fino al 31 dicembre 2021.

Proroga al 31 dicembre 2021 della possibilità, per l’abilitazione alla professione di consulente del lavoro, di svolgere con modalità semplificate da remoto il relativo esame di Stato.

Nel decreto “Proroghe” anche lo smart working

Si stabilisce altresì che fino alla definizione dei contratti collettivi del pubblico impiego, e comunque non oltre il 31 dicembre 2021, le amministrazioni pubbliche, potranno continuare a ricorrere al lavoro agile (smart working) secondo le modalità semplificate stabilite dall’art.263 del decreto Rilancio (decreto-legge n.34 del 2020) e ciò:

  • senza può la necessità di rispettare il vincolo della percentuale minima del 50% del personale
  • a condizione che l’erogazione dei servizi rivolti a cittadini e imprese avvenga con regolarità, continuità ed efficienza e nel rigoroso rispetto dei tempi previsti dalla normativa vigente.

Al fine di limitare gli effetti economici della emergenza Covid-19 e garantire la salvaguardia dei livelli occupazionali e la continuità dell’industria marittima italiana, è stabilita la proroga al 31 dicembre 2021 dell’autorizzazione per le navi da crociera iscritte nel Registro delle navi adibite alla navigazione internazionale della possibilità di effettuare servizi di cabotaggio (trasporto marittimo di merci e passeggeri effettuato a pagamento tra porti dello stesso Stato).

Si proroga altresì al 31 dicembre 2021, la possibilità di richiesta semplificata delle autorizzazioni (di cui all’art. 264 del decreto Rilancio) per i piccoli interventi edilizi di natura provvisoria funzionali ad evitare la diffusione del COVID-19 in luoghi come spiagge, piscine, parchi (per esempio capanni per riporre sdraio e ombrelloni, bagni chimici, etc.).

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: , ,