Nuova tassa auto 2019: bufala smentita dal Governo?

Nuova tassa auto 2019: Di Maio smentisce. Confermati invece gli incentivi auto. Cosa c'è di vero nella notizia?

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Agevolazioni auto

Ritorniamo sull’argomento di cui ci siamo occupati in merito alla recente notizia di una nuova tassa auto 2019 che andrebbe a colpire le macchine più vecchie, tipo la Fiat Panda.

Marcia indietro quindi sull’eco tassa? Pare che le intenzioni del governo siano quelle di mantenere solo il bonus sull’acquisto auto nuove meno inquinanti. Si è apprestato a chiarire il vicepremier Luigi Di Maio: “l’ecotassa e’ dentro la legge di bilancio al momento ed e’ un bonus per le auto elettriche e a metano e le ibride. Non c’e’ nessuna tassa alle auto, e’ un bonus per chi acquista auto che non inquinano“. Di Maio quindi smentisce anche le tensioni interne con la Lega, in risposta a Salvini che aveva dichiarato di essere “contrario ad ogni ipotesi di nuove tasse sull’auto che è già uno dei beni più tassati”.

Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega a Palazzo Madama, ha aggiunto che “pur condividendo il fatto che vada incentivato l’acquisto di auto elettriche, siamo però contrari ad un aggravio di costi per chi acquista auto di normale dotazione. Pertanto cambieremo la norma al Senato”.

Di Maio è tornato sull’argomento anche tramite Facebook chiarendo che “non esiste nessuna nuova tassa per auto già in circolazione. Chi ha un Euro3 o qualsiasi altra macchina non pagherà un centesimo in più. Abbiamo pensato una norma per aiutare chi decide di comprare un’auto ibrida, elettrica o a metano. Abbiamo deciso di premiare chi decide di comprare un’auto nuova meno inquinante, dandogli un incentivo fino a 6000 euro. Questa è l’idea della norma pensata dal governo, che disincentiva chi sceglie un’auto più inquinante“.

Non vogliamo creare choc al mercato dell’auto, ai costruttori. Questa norma è passata così alla Camera, ma si può migliorare al Senato. Siccome ho ricevuto telefonate da case costruttrici e consumatori li mettiamo attorno ad un tavolo, vogliamo creare una normativa per ridurre l’inquinamento in alcune grandi città“. E ancora: “La norma sarà migliorata, noi andiamo avanti sullo stimolo all’acquisto delle auto elettriche e delle auto ibride. Il nostro obiettivo è che tutti si possano convertire il prima possibile alle richieste del mercato, altri si stanno attrezzando”, ha aggiunto.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi, Incentivi auto