Nuova Sabatini: nel decreto agosto rifinanziate le risorse

Il Rifinanziamento è finalizzato a garantire continuità alla “Nuova Sabatini”, incrementando le risorse già autorizzate dalla legge di bilancio 2020.

di , pubblicato il
Bonus formazione 4.0

Tra le varie misure di rifinanziamento contenute nel decreto Agosto, spicca quella relativa alla c.d Nuova Sabatini; per il 2020,  rispetto alla dotazione finanziaria ordinaria sono stanziati ulteriori 64 milioni di euro.

La nuova Sabatini

L’art.2 del D.L. 69/2013 disciplina la c.d Nuova Sabatini.
La “Nuova Sabatini” è un’agevolazione riconosciuta a micro, piccole e medie imprese che consiste nella concessione:
  • di un finanziamento agevolato per investimenti in nuovi macchinari, impianti e attrezzature, compresi i cd. investimenti in beni strumentali “Industria 4.0”: big data, cloud computing ecc nonché
  • un correlato contributo statale in conto impianti rapportato agli interessi calcolati sui predetti finanziamenti.

 

Il contributo statale è parametro ad un tasso di interesse pari al 2,75%. Per gli investimenti “industria 4.0” il tasso considerato è pari al 3,575%.

 

A tal proposito, l’ultima legge di bilancio (Legge 160/2019, comma 226):

 

  • ha innalzato il tasso di riferimento al 5,50% (maggiorazione del 100% rispetto all’aliquota ordinaria),
  • per gli investimenti  innovativi realizzati dalle micro e piccole imprese nelle Mezzogiorno.

 

Il riferimento è agli investimenti industria 4.0 effettuati nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

 

Prima della Legge di bilancio, il D.L 34/2020, decreto Crescita: ha incrementato il finanziamento max agevolabile da due a quattro milioni; disposto l’erogazione del contributo statale in una soluzione laddove il finanziamento deliberato non è superiore a 100.000 €.

Il rifinanziamento delle risorse nel decreto Agosto

L’art.60 del d.L. 104/2020, decreto Agosto, rifinanzia la Nuova Sabatini di 64 milioni. Il rifinanziamento opera per il 2020.

 

La relazione illustrativa al decreto legge afferma che il rifinanziamento è finalizzato a garantire continuità alla “Nuova Sabatini”, incrementando le risorse già autorizzate dalla legge di bilancio 2020 (articolo 1, comma 226-229, della legge 27 dicembre 2019, n.

160).

 

Difatti, con le nuove risorse potranno essere accolte nuove richieste di contributo.

Il precedente intervento del decreto semplificazioni

Anche il decreto semplificazioni è intervenuto sulla misura in esame.

 

In particolare, con l’art 39 del D.L. 76/2020 è innalzato da 100.000 a 200.000 euro la soglia entro la quale il contributo statale in conto impianti è erogata in un’unica soluzione, anziché in più quote.

 

Ancora, i contributi riconosciuti con la maggiorazione del 100% in favore delle imprese del Mezzogiorno, sono erogati alle imprese beneficiarie:

 

  • in unica soluzione,
  • con modalità procedurali stabilite con apposito decreto, del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

 

Inoltre, Il decreto semplificazioni,  prevede un cofinanziamento della misura con risorse rivenienti da fondi strutturali e di investimento europei.

 

Anche per agevolare, applicando il tasso del 5.50%, investimenti diversi da quelli “industria 4.0 (innovativi).

 

Argomenti: ,