Nuova roadmap per il passaggio al digitale terrestre 2.0, slitta anche il Bonus Tv

Ci sarà più tempo per poter acquistare un nuovo televisore o un decoder di ultima generazione, sfruttando gli incentivi del bonus tv e bonus rottamazione tv.

di , pubblicato il
Bonus TV lumaca, chi paga il ritardo della misura

Pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) la modifica e il testo consolidato del decreto 19 giugno 2019 cosiddetto decreto “Roadmap”. Grazie ad esso, sostanzialmente, viene definito lo slittamento dei termini per il passaggio al nuovo digitale terrestre. Ci sarà, dunque, più tempo per poter acquistare un nuovo televisore o un decoder di ultima generazione, sfruttando i due incentivi fiscali previsti: bonus tv e bonus rottamazione tv.

Il nuovo standard per la trasmissione del segnale televisivo Dvbt2 con codifica Hevc main 10, lo ricordiamo, sarebbe dovuto scattare alla fine di giugno 2022, ma già a partire da 1° settembre 2021 era stato previsto un passaggio intermedio, con la modifica dello standard di compressione e codifica, da Mpeg-2 a Mpeg-4. 

Quali sono i nuovi termini per il passaggio al nuovo standard?

Lo switch off, secondo il nuovo calendario, partirà dal 15 ottobre 2021, iniziando, probabilmente, con alcuni canali meno importanti.

La dismissione generalizzata della codifica Mpeg2 dovrà poi essere definita con un successivo provvedimento da emanare entro la fine del 2021.

Infine, il passaggio definitivo allo standard DVBT-2 avverrà solamente a partire dal 1° gennaio 2023, e non più dal 30 giugno 2022.

Ovviamente, i cittadini avranno più tempo per poter acquistare un nuovo televisore o un decoder di ultima generazione. A tal proposito, ad oggi, il governo ha messo a disposizione due tipi di incentivi economici: il bonus tv e il bonus rottamazione tv.

Bonus Tv e Bonus Rottamazione Tv

La legge di bilancio 2018 aveva già previsto un bonus tv pari a 50 auro, a favore di nuclei familiari con ISEE inferiore 20 mila euro.

Di recente, inoltre, il Ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha firmato il decreto attuativo per rendere operativo un altro incentivo, oggi ribattezzato bonus rottamazione tv, questa volta del valore di 100 euro.

Il bonus rottamazione tv non prevede alcun limite ISEE, ma sarà riconosciuto una sola volta per nucleo familiare e a condizione che si rottami un vecchio televisore.

Ad ogni modo, i 2 incentivi sono cumulabili, a patto, ovviamente, che si rispettino tutti i requisiti previsti.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,