Novità cessione del credito: accettazione o rifiuto si possono comunicare anche senza piattaforma. Ecco come

Per facilitare e accelerare la comunicazione delle accettazioni e dei rifiuti, i cessionari potranno inviare telematicamente le richieste di accettazione e rifiuto dei crediti, a decorrere dal 29 luglio 2021.

di , pubblicato il
Per facilitare e accelerare la comunicazione delle accettazioni e dei rifiuti, i cessionari potranno inviare telematicamente le richieste di accettazione e rifiuto dei crediti, a decorrere dal 29 luglio 2021.

In alternativa all’utilizzo della Piattaforma cessione crediti, per velocizzare le procedure di accettazione e/o ulteriore cessione, l’Agenzia delle entrate ha implementato una procedura che permette di accettare o rifiutare in maniera più semplice.

La cessione delle detrazioni Covid-19

Con il D.L. 34/2020, il Governo, con gli articoli, 121 e 122 ha previsto la possibilità di cedere determinati benefici fiscali, alcuni dei quali legati all’emergenza Covid-19. Si pensi ai crediti d’imposta per le spese di sanificazione e per l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale, ecc. La possibilità di cessione o sconto in fattura è ammessa anche per i c.d bonus casa.  La possibilità di cessione/sconto riguarda oltreché il superbonus 110% anche altri bonus casa quali l’eco-bonus, il bonus ristrutturazione, il bonus sfacciate ecc.

Inoltre, l’articolo 176 del citato decreto-legge ha previsto la cedibilità del c.d. bonus vacanze.

La piattaforma per la cessione dei crediti

Per permettere la gestione dei suddetti crediti d’imposta, l’Agenzia delle entrate ha creato la c.d Piattaforma cessione crediti.

Chi accede alla Piattaforma?

Nella Guida dell’Agenzia delle entrate, è specificato che accedono alla Piattaforma Cessione Crediti:

  • i titolari dei crediti inseriti automaticamente (bonus vacanze, spese di sanificazione ambiente di lavoro, acquisto DPI ecc), in qualità di cedenti, per comunicare l’eventuale cessione del credito a terzi;
  • i cessionari dei crediti che non sono inseriti automaticamente dall’Agenzia delle entrate (crediti per i canoni dei contratti di locazione di botteghe e negozi, immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, superbonus e altri interventi edilizi).

Su tale ultimo punto, i cessionari accedono per confermare l’esercizio dell’opzione e accettare il credito o comunicare l’ulteriore cessione.

La semplificazione delle procedure di cessione

Con il provvedimento del 29 luglio 2021, Prot. n. 2021/205147, l’Agenzia delle entrate semplifica le procedure per comunicare l’accettazione o rifiuto dei crediti presenti nella citata Piattaforma Cessione Crediti.

Con il citato provvedimento sono approvate le specifiche tecniche:

    1. per l’invio telematico massivo (non più per singola cessione) all’Agenzia delle Entrate delle richieste di accettazione o rifiuto delle cessioni dei crediti presenti nella “Piattaforma cessione crediti”, accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate,
    2. per la comunicazione telematica ai cessionari degli esiti delle richieste di cui al punto precedente.

Le richieste di cui al punto 1.1, lettera a), sono inviate tramite i canali telematici dell’Agenzia delle entrate, esclusivamente dal soggetto che risulta quale cessionario del credito da accettare o rifiutare. Ad esempio, l’impresa che accetta la cessione/sconto del bonus 110%.

L’invio telematico è alternativo all’utilizzo della Piattaforma cessione crediti.

Argomenti: , , , ,