Navigator a casa dal 2022? Che fine faranno con la riforma del Reddito di Cittadinanza

Le Agenzie di lavoro potrebbe avere un ruolo importante dopo la riforma reddito di cittadinanza prevista dalla manovra di bilancio 2022

di , pubblicato il
Navigator a casa dal 2022? Che fine faranno con la riforma del Reddito di Cittadinanza

La legge di bilancio 2022, con la riforma reddito di cittadinanza potrebbe far scomparire definitivamente la figura dei navigator.

La manovra, infatti, nel testo in bozza che approderà in parlamento, intende conferire alle agenzie di lavoro interinale il ruolo che, invece, era delle citate figure professionali.

Chi sono i navigator nel reddito di cittadinanza

Nell’ambito del reddito di cittadinanza, l’attuale sistema, prevede che un ruolo fondamentale sia quello svolto dai centri per l’impiego i quali fungono da intermediari tra offerte di lavoro e percettori del reddito di cittadinanza.

In altri termini i centri per l’impiego hanno il compito di individuare l’offerta di lavoro da poter sottoporre al percettore del reddito di cittadinanza.

A tal fine, è stata prevista la nuova figura dei “navigator”, i quali, dietro apposito concorso sono stati, dunque, assunti.

Il compito principale del navigator è quello di supportare gli operatori dei centri per l’impiego nella realizzazione di un percorso che coinvolga i beneficiari del reddito di cittadinanza dalla prima convocazione fino all’accettazione di un’offerta di lavoro congrua.

Riforma reddito di cittadinanza: il nuovo ruolo delle Agenzie per il lavoro

Il contratto di assunzione dei navigator non era a tempo indeterminato. Era stato già oggetto proroga con il decreto Sostegni fino al 31 dicembre 2021.

La manovra di bilancio 2022, invece, nel testo di oggi, non prevede nessuna nuova proroga per il prossimo anno. Anzi rischia di tagliare definitivamente fuori tale figura.

Infatti, l’intenzione del legislatore, che emerge dalla bozza della manovra, è quella di affiancare ai centri per l’impiego le agenzie di lavoro iscritte all’albo ed autorizzate da Anpal.

Si andrebbero, in questo modo, a sostituire i 2.500 navigator.

Il ruolo della agenzie interinali dovrebbe essere quello di svolgimento di un’attività di mediazione tra domanda ed offerta di lavori per i percettori del reddito di cittadinanza.

Una mossa questa, che porterebbe alla perdita di posti di lavoro.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,