Natale 2020: attenzione ai regali in contanti, anche se per i figli

Anche a Natale il Fisco non fa regali: attenzione alle buste con i contanti anche tra parenti

di , pubblicato il
regalare soldi ai figli a Natale

Quest’anno molti genitori o nonni potrebbero aver pensato di regalare soldi ai figli per Natale. Una tradizione per alcuni che nel 2020 è spinta probabilmente anche dalla crisi dovuta al Covid. Da un alto in questo modo si vorrebbe dare un aiuto economico ai figli e ai nipoti, dall’altro per tanti genitori comprare i regali di Natale quest’anno potrebbe essere più difficile per via delle restrizioni anti Covid (anche se per il momento è stabilito che dureranno fino ad inizio dicembre) soprattutto se non si è pratici di tecnologia quindi non si può considerare l’alternativa dello shopping online.

Prima di andare a prelevare i soldi dal conto corrente o dalla pensione per donarli a figli e nipoti, ricordati che il Fisco non fa regali neppure a Natale. Le regole anti riciclaggio e i limiti alla circolazione di denaro contante restano gli stessi.

Prelievi dal conto o dalla pensione: i limiti per non subire controlli fiscali

La soglia mensile in contanti che può essere prelevata dal proprio conto senza che scatti la segnalazione alla Guardia di Finanza è di 10.000 euro. Oltre questa cifra, la banca dovrà inviare una segnalazione alla Unità di Informazione Finanziaria (UIF) che risponde alla Banca d’Italia. Questo non significa che esiste un divieto di ritiro oltre quella cifra ma che, chi lo effettua, sarà segnalato. Se l’UIF ritiene di essere di fronte ad un’operazione sospetta di riciclaggio di denaro sporco, potrebbe farti visita un ufficiale della Guardia di Finanza. E di certo non sarà lì per farti gli auguri di Natale ma per avere maggiori informazioni sulla transazione dal conto. Se dai controlli incrociati con il reddito risultano anomalie, allora potrebbe anche intervenire l’Agenzia delle Entrate per approfondire la provenienza del denaro.

Le sanzioni sono pesanti. Oltre alle relativa multe, ricordiamo che per il reato di riciclaggio di denaro è prevista la detenzione.

 

Magari questa soglia vi sembra ben oltre le vostre possibilità di donazione ma attenzione: contestualmente esiste un limite di mille euro ad operazione. Dunque anche chi fa dieci prelievi da mille euro può essere segnalato per la regola di cui sopra.

Da ultimo ricordiamo le soglie per i pagamenti in contanti:

  • dal primo luglio 2020 il limite è sceso a 1.999,99 euro;
  • dal 2022, salvo modifiche, scenderà ulteriormente a 999,99 euro.

Se invece hai in mente di comprare i regali di Natale nei negozi fisici, ricordati che, pagando con la carta di credito o altro metodo tracciabile (e non in contanti) partecipi al piano cashback.

Speriamo che questo articolo possa evitare problemi a chiunque stesse pensando di fare regali in soldi contanti a Natale e aveva in mente cifre superiori a queste soglie. Anche frazionare il pagamento non è una scorciatoia ammessa. Si può, invece, eventualmente, pagare una prima parte in contanti e usare un metodo tracciabile per quella che eccede la soglia ammessa.

Argomenti: ,