Naspi: quando spetta l’indennità di disoccupazione?

In quali casi spetta la fruizione dell'indennità di disoccupazione quando non viene rinnovato il contratto di lavoro?

di , pubblicato il
In quali casi spetta la fruizione dell'indennità di disoccupazione quando non viene rinnovato il contratto di lavoro?

Info gentilissima sig.ra Patrizia ho 65 anni di età e 34 anni di contributi LAVORO in cooperativa ma ho il pensiero che dove siamo attualmente non rinnovano il contratto. Se dovessero lasciarmi a casa posso prendere disoccupazione? grazie

 

Indennità disoccupazione Naspi: requisiti

Non sapendo di quali requisiti è in possesso e da quanto tempo lavora per la cooperativa non posso dirle con certezza se le spetterebbe oppure no in caso di non rinnovo contrattuale. Posso, però, elencarle i requisiti richiesti per l’accesso e potrà vedere da solo se ci rientrerebbe.

La NASpI spetta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perduto involontariamente l’occupazione, compresi:

  • apprendisti;
  • soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative;
  • personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

La Naspi è riconosciuta ai lavoratori subordinati che presentino congiuntamente i requisiti seguenti:

  • Stato di disoccupazione per soggetti che abbiano perduto involontariamente il lavoro. Lo stato di disoccupazione deve essere involontario; sono esclusi pertanto i lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato a seguito di dimissioni o di risoluzione consensuale. Spetta, quindi, nei casi di licenziamento, di termine contratto non rinnovato, di dimissioni per giusta causa (se tali dimissioni non sono riconducibili alla libera scelta del lavoratore), dimissioni durante la maternità, risoluzione consensuale del rapporto di lavoro intervenuta nell’ambito di procedura di conciliazione, risoluzione consensuale a seguito del rifiuto del lavoratore di trasferirsi presso la sede della stessa azienda distante più di 50 km dalla residenza del lavoratore, licenziamento con accettazione di conciliazione e licenziamento disciplinare.
  • 13 settimane di contributi versati nei 4 anni precedenti l’inizio della disoccupazione
  • 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi che precedono la disoccupazione.

Se è in possesso dei sopracitati requisiti, allora, l’indennità di disoccupazione le spetta.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,