Naspi anticipata come il Tfr: chi può richiederla nel 2016 e a cosa serve

Autoimprenditorialità: ecco chi può chiedere la Naspi anticipata nel 2016, condizioni e finalità riconosciute

di , pubblicato il
Autoimprenditorialità: ecco chi può chiedere la Naspi anticipata nel 2016, condizioni e finalità riconosciute

Non tutti sanno che l’erogazione della Naspi può essere richiesta anche anticipata, proprio come accade per il Tfr. L’idea è quella di mettere a disposizione della persona disoccupata che vuole ad esempio aprire un’attività autonoma, una cifra considerevole da investire.
A prevede questa possibilità anche per il 2016 è l’articolo 8 del dlgs 22/2015 sugli ammortizzatori sociali al di fuori del rapporto di lavoro.

Naspi anticipata: incentivi all’autoimprenditorialità

Oltre all’avvio di un’attività autonoma e indipendente, un’altra possibile destinazione della Naspi anticipata 2016 è la sottoscrizione di quote di capitale sociale di una cooperativa. In generale il riferimento legislativo per la definizione delle attività autonome agevolabili è la Circolare Inps 145/2013.
E’ esclusa invece l’instaurazione di un rapporto di lavoro dipendente anche a progetto perché focus dell’incentivo in analisi è l’autoimprenditorialità.

Naspi anticipata: domanda e liquidazione

L’istanza va presentata all’INPS esclusivamente, pena la decadenza dal diritto, in via telematica entro 30 giorni dalla data di inizio dell’attività autonoma agevolabile. L’avvio dell’attività va documentato con autocertificazione o specifici atti in allegato.

Incentivo auto imprenditorialità e nuovo impiego: decadenza dal beneficio?

Attenzione perché il beneficiario che, prima del termine del periodo per il quale viene riconosciuto il sussidio di disoccupazione, viene assunto da dipendente, perde il beneficio e quindi deve restituire quanto eventualmente anticipato a titolo di Naspi.

Naspi anticipata ed effetti sulla pensione

La domanda di Naspi anticipata ha effetti anche dal punto di vista pensionistico. In questo caso infatti si rinuncia all’accredito della contribuzione figurativa corrispondente.

Argomenti: ,