Mutuo per i giovani, come funziona la maxi agevolazione del Sostegni Bis?

Una garanzia statale per richiedere un mutuo prima casa che copra fino al 100% del costo dell’abitazione. Ma non è tutto.

di , pubblicato il
mutuo immobiliare

Il decreto sostegni bis – che ha previsto una serie di misure a favore delle famiglie e imprese in difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria e delle relative politiche di contenimento adottate dal nostro paese – ha istituito anche delle agevolazioni per i giovani che intendono accedere al mutuo per l’acquisto della prima casa. Il bonus, salvo proroghe, sarà valido entro la prima metà del 2022, ma in pochi lo conoscono. Dunque, vediamo meglio in cosa consiste questo incentivo.

Mutuo per i giovani, le agevolazioni disponibili

Come già detto in apertura, il decreto sostegni – un pacchetto di aiuti a favore delle famiglie e imprese in difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria e delle relative politiche di contenimento adottate dal nostro paese – ha previsto anche un incentivo a favore di tutti quei giovani che intendono accedere al mutuo per l’acquisto della prima casa.

La misura spetta ai giovani di età inferiore a 36 anni, e se ne potrà fare richiesta fino alla prima metà del 2022.

Il bonus, sostanzialmente, consiste in due distinte agevolazioni:

  • l’eliminazione delle imposte per l’acquisto della prima casa;
  • la garanzia statale per poter richiedere un mutuo prima casa che copra anche il 100% del costo dell’abitazione, per una somma fino a 250 mila euro.

Con la garanzia dello stato, dunque, non sarà più necessario versare un anticipo di almeno il 20%.

Ovviamente, bisogna anche dirlo, questi incentivi non garantiscono assolutamente che la richiesta di mutuo venga accettata senza se e senza ma. Il richiedente dovrà sempre fornire alla banca le dovute garanzie reddituali e patrimoniali.

 

Guide e articoli correlati

Argomenti: ,