Multe autovelox, quelle degli ultimi tre mesi potrebbero essere nulle: come fare ricorso

Le multe per autovelox degli ultimi tre mesi, e soprattutto quelle di agosto, potrebbero essere illegittime: ecco come controllare che siano state rispettate le nuove regole sulla taratura dei dispositivi di controllo elettronico della velocità.

di , pubblicato il
Le multe per autovelox degli ultimi tre mesi, e soprattutto quelle di agosto, potrebbero essere illegittime: ecco come controllare che siano state rispettate le nuove regole sulla taratura dei dispositivi di controllo elettronico della velocità.

Avete ricevuto una o più multe autovelox negli ultimi tre mesi? Attenzione perché i verbali di queste contravvenzioni, soprattutto per quelle di agosto, potrebbero non essere legittimi. Dal primo agosto 2017 infatti sono cambiate le regole sulla taratura degli autovelox. Le condizioni sono diventate più rigide il che potrebbe aprire la strada ai ricorsi qualora gli operatori non si siano adeguate tempestivamente.

Come deve essere effettuata la taratura dell’autovelox

Iniziamo con il precisare che questa riflessione riguarda soprattutto gli autovelox mobili (le pattuglie appostata al ciglio della strada per intenderci) perché per i misuratori della velocità fissi valgono regole parzialmente diverse. Gli autovelox usati dalle volanti devono eseguire tra le 50 e le 500 misure ad andature comprese tra i 30 e i 230 km/h. La prassi, prima delle nuove regole sulla taratura degli autovelox mobili, era che i test arrivassero mediamente a 200 km/h, raramente oltre. E il sospetto, in alcuni casi più che fondato, è che questo tipo di passaggi sia proseguito anche dopo l’entrata in vigore del Dm (con il quale sarebbero invece dovuti diventare obbligatori i test a 230 km/h). Basti pensare che solo in Lombardia due Comuni, ancora il 20 settembre, inviavano quesiti con richieste di chiarimenti al ministero delle Infrastrutture.

Cosa fare se si riceve una multa autovelox per controllare la regolare taratura

Chi riceve una multa con rilevamento della velocità con autovelox successivo al 31 luglio 2017 farà bene quindi a verificare che vi sia stata regolare taratura del sistema di controllo. Come fare? Il certificato di taratura che di solito è disponibile negli uffici della polizia serve solo a provare l’avvenuta operazione ma raramente specifica la velocità massima a cui si sono svolti i test.


E’ bene ribadire che le nuove regole valgono solo per le multe per eccesso di velocità successive al primo agosto 2017.

Leggi anche:

Verifiche periodiche autovelox: quando la multa è nulla

Taratura autovelox: nuove regole cosa cambia

Argomenti: ,