Multe assegni senza clausola di non trasferibilità, non passa la sanatoria: cosa succede ora?

Assegni senza clausola di non trasferibilità: non passa la sanatoria e restano le multe.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Assegni senza clausola di non trasferibilità: non passa la sanatoria e restano le multe.

Non passa la sanatoria per la maxi sanzioni sugli assegni privi di clausola di non trasferibilità. Il Consiglio dei ministri ha fatto un passo indietro rispetto alla proposta del Ministero dell’Economia di inserire nel decreto sull’antiriciclaggio la norma per la sanzione al 10% per i vecchi libretti di assegni senza clausola di non trasferibilità.
Purtroppo per tutti gli utenti che ci hanno scritto raccontando la loro storia, in alcuni casi paradossale oltre che ingiusta, dobbiamo smentire per il momento le possibilità di una sanatoria volta a rendere proporzionali le multe per assegni privi di clausola di non trasferibilità.

La soluzione proposta dai tecnici del Mef consisteva nell’applicare una sanzione minima del 10% per importi inferiori a 30 mila euro (mantenendo i criteri attuali per gli importi eccedenti la suddetta soglia). Resta quindi in stallo la situazione che vede loro malgrado persone che hanno usato o incassato assegni di vecchi libretti non regolari perché non compilati regolarmente essendo privi di clausola di non trasferibilità. Sono tantissime le testimonianze che abbiamo ricevuto sebbene lo stesso ministero, nel report dedicato a questa questione, ha chiarito che concretamente su 1692 assegni contestati, nessuna sanzione è stata irrogata e in 107 casi è stata seguita la via dell’oblazione per concludere il procedimento anticipatamente con una sanzione di 6 mila euro. La sanatoria avrebbe dovuto avere effetto retroattivo. La ratio della norma consiste in una misura antiriciclaggio ma vittime delle multe sugli assegni non trasferibili senza clausola apposita sono state persone che hanno usato i risparmi per pagare anticipi di matrimoni, funerali, acquisto auto etc e che non hanno ricevuto dalla Banca alcun avvertimento circa l’irregolarità del vecchio libretto di assegni.

Continueremo a seguire da vicino gli sviluppi della vicenda.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Normativa e Prassi, Multe