Multe 2019, aumento importi contravvenzioni: ecco quanto si pagherà

Tra gli aumenti che scatteranno il prossimo anno c'è anche quello degli importi delle multe del Codice della Strada. Ecco le nuove contravvenzioni 2019

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Tra gli aumenti che scatteranno il prossimo anno c'è anche quello degli importi delle multe del Codice della Strada. Ecco le nuove contravvenzioni 2019

Tra gli aumenti che scatteranno dal prossimo anno, ci sono anche quelli sugli importi delle multe. Dal 2019 chi viola il Codice della Strada è soggetto a contravvenzioni più care. Non si tratta di un aumento voluto dal nuovo governo ma dall’adeguamento a cadenza biennale imposto in rapporto alle statistiche Istat sui prezzi al consumo. Di seguito una panoramica delle contravvenzioni più comuni e i rispettivi importi aggiornati per le eventuali multe 2019.

Multe 2019: quanto pagherà chi viola il Codice della Strada

Per avere conferme ufficiali sugli importi delle multe nel 2019, in seguito agli aggiornamenti del CdS, bisognerà attendere il decreto del ministero della giustizia, che sarà pubblicato a metà dicembre. Verosimilmente il divieto di sosta passerà da 41 a 42 euro, il passaggio con il semaforo rosso salirà da 163 a 167 euro, circolare senza assicurazione auto o con assicurazione auto scaduta non costerà più 169 euro ma 173, chi viene fermato in guida in stato di ebbrezza pagherà un minimo non più di 532 ma di 545, l’eccesso di velocità sarà punito a partire da 42 euro per violazioni entro 10 km/h, 173 euro tra 10 e 40 km/h di sgarro, 545 tra 40 e 60 km/h, 849 oltre 60 km/h di eccesso. Per chi di solito è attento alla guida ed evita multe potranno sembrare aumenti di pochi euro e quasi insignificanti ma per gli automobilisti indisciplinati potrebbe trasformarsi in un vero e proprio salasso quindi un motivo in più per essere prudenti al volante!

Per le casse del Comune inoltre questi aumenti potrebbero rappresentare un’entrata importante. Ecco perché molti temono che aumenterà in concomitanza all’importo anche il numero di multe comminate. Si teme, in altre parole, che i Comuni, invogliati dai nuovi importi, siano tentati a fare cassa aumentando i controlli sulle strade anche in modo non sempre “ortodosso” (ad esempio autovelox nascosti o posizionati in discesa etc). Sono “trucchetti” che generano non di rado frustrazione in chi prende la multa.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Normativa e Prassi, Codice della Strada, Multe