MULTE

Multa con “Street Control”: la prima sanzione, ma solo per far cassa

Multa con Street Control, il Comune non ha pensato di aggiustare strade e segnaletica, quindi arrivano una marea di ricorsi, ecco dove.

Condividi su
Seguici su
di Angelica, publicato il
Multa con Street Control, il Comune non ha pensato di aggiustare strade e segnaletica, quindi arrivano una marea di ricorsi, ecco dove.

Multa con Street control, un nuovo sistema di rilevamento elettronico dotato di fotocamera per la rilevazione delle infrazioni. Succede a Lecce, dove la manutenzione delle strade e la sistemazione della segnaletica è carente. Sicurezza al limite, eppure, le multe volano esclusivamente per far cassa.

Multe: disegno criminoso dei Comuni per far cassa

Il Comune non può caricare i cittadini di multe per infrazioni stradali e mantenere strade senza segnaletica, strisce sbiadite, e tant’altro. La sicurezza dei cittadini viene prima di tutti, nel rispetto del codice della strada e della sicurezza stradale. L’ufficio del giudice di pace ha accolto una marea di ricorsi.

Multe Autovelox e segnali nascosti, ecco come ci restituiranno i soldi

Multa nulla quando gli strumenti elettronici non sono tarati

La multa è nulla, quando gli strumenti di controllo elettronico della velocità: Tutor, Autovelox, Photored, Provida, Vergilius e Scout Speed  non vengono tarati periodicamente per evitare disfunzioni conseguenti al continuo uso e spostamento. Il cittadino ha il diritto di chiedere, dopo aver ricevuto la multa, la certificazione del checkup periodico effettuato sui sistemi elettronici, mentre l’amministrazione è tenuta ad esibire l’originale o una copia autentica del verbale di taratura e rispondere nei termini di legge all’istanza di accesso agli atti amministrativi, prima ancora che scada il termine per proporre ricorso al giudice di pace.

Per maggiori informazioni leggi l’articolo: Multa nulla se Autovelox, Tutor, Provida e Vergilius non sono tarati

Condividi su
Seguici su
Argomenti: Multe

I commenti sono chiusi.