Multa per mezzi pubblici senza biglietto: in arrivo le cartelle Equitalia

Attenzione se prendete i mezzi pubblici senza fare il biglietto a bordo: la multa sarà addebitata tramite cartella Equitalia

di , pubblicato il
Attenzione se prendete i mezzi pubblici senza fare il biglietto a bordo: la multa sarà addebitata tramite cartella Equitalia

Cartelle Equitalia per chi prende la multa sui mezzi pubblici perché fermato a bordo senza biglietto. Il decreto Enti Locali al voto in Parlamento prevede infatti che, anche per piccole somme, si potranno ricevere cartelle Equitalia in seguito ad iscrizione a ruolo degli importi dovuti. Il Trasporto Pubblico Locale (Tpl) potrà quindi agire al pari di qualsiasi altri ente pubblico come l’Inps, l’Agenzia delle Entrate o la Regione.

Non è solo una questione di forma: sulla multa per chi viaggia senza biglietto si applicheranno interessi, sanzioni e oneri di riscossione. Il tutto porterà inevitabilmente ad un aumento dell’importo.

E, come avviene per tutte le altre cartelle Equitalia, chi non paga rischierà il pignoramento dello stipendio, della pensione, del conto corrente o si potrà vedere iscrivere il fermo auto.

Riscossione multa mezzi pubblici senza biglietto: cosa cambia

Fino ad oggi le aziende di trasporto pubblico locale e i concessionari di trasporto regionale dovevano ricorrere ad iter lunghi per la riscossione dei debiti facendo riferimento al dal codice di procedura civile per i normali debiti. Unica eccezione Trenitalia che, grazie ad un trattamento di favore riconosciuto nel 2009, poteva già ricorrere alla riscossione coattiva tramite Equitalia.

Argomenti: , ,