Multa cellulare alla guida, autovelox e bimbi in auto: tre novità in arrivo

Guida cellulare, segnalazione autovelox e bimbi in auto: tre novità importanti nella riforma del Codice della Strada. Cosa cambia e da quando.

di , pubblicato il
Guida cellulare, segnalazione autovelox e bimbi in auto: tre novità importanti nella riforma del Codice della Strada. Cosa cambia e da quando.

Non solo multa più pesante per chi viene fermato con il cellulare alla guida: la riforma del Codice della Strada contenuta nel disegno di legge approdato in Commissione Trasporti alla Camera la settimana scorsa, presenta un quadro più ampio di novità. Nei mesi scorsi il Governo aveva annunciato un decreto per inasprire la multa per chi usa il cellulare alla guida prevedendo fino a sei mesi di sospensione della patente e la decurtazione di 10 punti in caso di recidiva. Ma altre due novità importanti riguardano, rispettivamente, le multe per rilevazione autovelox e le sanzioni per chi lascia i bimbi in auto soli.

Cellulare alla guida: novità, non solo multa più pesante

Il nuovo comma 2 inserito all’articolo 173 del codice della strada prevede il divieto di usare “smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi”. Al successivo comma 3 viene inasprita la sanzione raddoppiando sia i mesi di sospensione che i punti decurtati.

Distanza segnalazione autovelox e limiti velocità in autostrada: novità 2017

Per quanto riguarda la segnalazione degli autovelox, la novità prevede che la segnaletica venga posta ad almeno 300 metri di distanza dal rilevatore di velocità. Al comma 1 dell’articolo 142 CdS, inoltre, viene modificato il limite di velocità in autostrada per i veicoli trainanti rimorchio (sale a 100 km orari in allineamento al resto d’Europa).

Leggi anche: abolita la distanza minima tra cartello e autovelox?

Bimbi in auto dimenticati: dispositivo anti abbandono sui seggiolini obbligatorio?

E veniamo alla terza novità sopra accennata, quella dedicata ai bimbi in auto. Alcuni tragici e recenti casi di cronaca ci invitano a riflettere sulle conseguenze gravi e potenzialmente fatali di una simile dimenticanza. Al momento però sono state stralciate le disposizioni che prevedevano l’obbligo di istallazione di un dispositivo anti abbandono sui seggiolini auto perché ritenute troppe complicate nella pratica.

Si tornerà però sulla questione in fase di discussione di emendamenti al testo.

Leggi anche: lasciare un bimbo in auto può essere reato?

Sempre nel disegno di legge in esame troviamo inoltre regole più ferree in tema di controlli sulle targhe di auto immatricolate all’estero e una maggiore tutela dei ciclisti (anche per quanto riguarda la possibilità di circolare e parcheggiare la bici sul marciapiede se non esistono aree adibite e dedicate).

Argomenti: ,