Multa autovelox nascosto: ecco quando va pagata

Ecco perchè anche se l'autovelox è nascosto la multa va pagata.

Patrizia Del Pidio

autovelox

La multa elevata in caso di autovelox non visibile dalla strada va pagata in ogni caso a patto che lo strumento sia segnalato con cartello e dispositivi luminosi.

In una recente sentenza del Tribunale di Caltanissetta, i giudici hanno stabilito che l’automobilista che non si accorge dell’autovelox nascosto è tenuto a pagare la multa per eccesso di velocità se lo strumento è regolarmente segnalato. Anche i giudici della Corte di Cassazione, inoltre, confermano che i Comuni non è obbligato ad annunciare l’autovelox con segnalazioni, l’importante è che nel percorso che precede l’autovelox sia presente segnaletica verticale che non indichi, però l’esatta posizione dell’autovelox.

Il codice della strada prevede che le postazioni dell’autovelox devono essere segnalate preventivamente e ben visibili grazie a cartelli e dispositivi luminosi. I requisiti di visibilità devono riferirsi alla presenza dell’autovelox sulla strada e non alla postazione stessa.

In base a questa interpretazione il verbale è valido se l’autovelox è segnalato adeguatamente ma lo strumento nascosto da condizioni ambientali e meteorologiche e non esiste una distanza minima da rispettare tra segnalazione e autovelox. Questo fa sì che la circolare del Ministero degli Interni che prevede una distanza minima tra segnaletica ed autovelox di 400 metri non venga tenuta in conto.

Puoi leggere anche: Multe autovelox illegittime: quando possono essere fatte su strade urbane? e Scout speed, non serve cartello stradale per l’autovelox

Argomenti:   Multe autovelox

Commenta la notizia




SULLO STESSO TEMA

Send this to friend