Multa abbandono animali: si rischia fino a 10mila euro di sanzione

L'abbandono di animali comporta la multa fino a 10mila euro secondo la giurisprudenza.

di , pubblicato il
L'abbandono di animali comporta la multa fino a 10mila euro secondo la giurisprudenza.

Buone notizie per chi si è sempre battuto per il rispetto e la tutela degli animali. Abbandonare il cane o un animale domestico comporta la multa fino a 10mila euro. Secondo il codice penale, con l’articolo 727, chiunque detenga animali in condizioni non compatibili con la loro natura o provochi loro gravi sofferenze nonché chiunque abbandoni animali domestici rischia l’arresto o il pagamento di una sanzione da 1.000 e 10mila euro.

Una sanzione fino a 10mila euro

Abbandonare un cane o un gatto o un qualsiasi altro animale domestico ora può costare davvero caro come è giusto che sia. La Corte di Cassazione si è più volte espressa in merito all’abbandono degli animali andando sempre più incontro alla loro tutela. Infatti per abbandono non si intende più soltanto il lasciare un cane in autostrada o al proprio destino in qualsiasi luogo ma anche lasciare l’animale in giardino da solo, o rinchiuso in auto o in balcone per troppo tempo. Anche in questi casi la multa è alle porte per chi commette un reato del genere.

L’ultima sentenza, la n. 8408/2018, ha come protagonista un uomo condannato a pagare 7mila euro di multa per aver abbandonato il cane basandosi sul fatto accaduto nel 2011 ai danni di un  cane meticcio. L’uomo ha poi impugnato la decisione facendo leva sul vizio di motivazione ossia che stava legando il cane alla ringhiera solo per poco tempo prima di riprendere la strada di casa, senza contare che non sarebbero state indicate le fonti in base al quale sarebbe emersa la volontà dell’uomo di abbandonare l’animale.

Abbandonare un cane o un altro animale: cosa si rischia?

A queste sono state allegate anche le testimonianze del veterinario e le fatture per le cure.

Per i giudici della Cassazione la condanna è stata emessa esclusivamente per il fatto oggetto della continuazione mentre per il collegio è inutile esaminare altre censure in quanto, nel caso in esame, il reato si è estinto per prescrizione. Per l’uomo, insomma, la vicenda è finita con l’annullamento della condanna ma non con una pronuncia piena di assoluzione. In ogni caso abbandonare animali ormai è diventato un reato punibile con pene severe.

Leggi anche: Cani e gatti sui mezzi pubblici, libero accesso, approvata la legge

Argomenti: , ,