Moratoria mutui imprese 2011: proroga per le Pmi

La sospensioni del pagamento delle rate del mutuo è stata prorogata anche per le famiglie in difficoltà

di Roberto Franchini, pubblicato il
La sospensioni del pagamento delle rate del mutuo è stata prorogata anche per le famiglie in difficoltà

Tra le misure previste a sostegno delle famiglie in difficoltà con il mutuo prima casa, la moratoria sui prestiti ipotecari rappresenta uno degli strumenti più richiesti. Con la moratoria il mutuatario può far richiesta di sospensione del pagamento delle rata del mutuo (esclusivamente per immobili che risultino prima casa ad uso residenziale) per un massimo di 12 mesi. La richiesta secondo gli attuali termini sarebbe dovuta scadere il 31 gennaio 2012, ultima data utile per inviare la domanda. L’ABI, però, ha voluto allungato di altri sei mesi, con la terza proroga consecutiva, la moratoria sui mutui prima casa per le famiglie in difficoltà.

 

DALLA SOSPENSIONE PAGAMENTO DEL MUTUO DELLE FAMIGLIE ALLA MORATORIA A FAVORE DELLE PMI

Ma visto il periodo di crisi e recessione, l’Associazione Bancari Italiani oltre al prolungamento dei mutui per le famiglie ha voluto avviare una nuova moratoria riguardante il credito bancario delle piccole e medie imprese (PMI). L’ABI, assieme alle Associazioni di categoria, ed unitamente al Ministro dello Sviluppo Economico, ha infatti sottoscritto la nuova moratoria per le PMI la quale prevede tre diverse tipologie di intervento di natura finanziaria. Nello specifico si tratta di operazioni legate alla sospensione delle rate dei finanziamenti, all’allungamento del piano di ammortamento, ed a misure finalizzate a promuovere ed a sostenere lo sviluppo delle attività imprenditoriali.

 

MORATORIA MUTUI PMI 2012: I VANTAGGI DELLA PROROGA

Vediamo nello specifico i vantaggi che possono usufruire le PMI da questa moratoria:

Sospensione dei finanziamenti: i pagamenti della quota capitale delle rate dei finanziamenti a medio lungo termine (mutui) possono essere sospesi fino a 12 mesi, mentre i pagamenti della quota capitale prevista nei canoni di leasing finanziario possono essere interrotti per per 12 o 6 mesi. L’accordo di sospensione può essere anche retroattivo per un massimo di novanta giorni, questo vuol dire che le rate non pagate non possono essere scadute da più di 90 giorni. La sospensione si applica a tutte le tipologie di mutui, ipotecari e non, in essere alla data del 28 febbraio.

Allungamento dei finanziamenti: è possibile allungare la durata dei mutui, prorogando le scadenze del credito a breve termine fino a 270 giorni, e fino a 120 giorni le scadenze del credito agrario di conduzione.

Promuovere la ripresa e lo sviluppo delle attività, connesse agli aumenti di mezzi propri dell’impresa: gli Istituti di credito si impegnano a sostenere il rafforzamento patrimoniale dell’impresa concedendo finanziamenti proporzionali all’aumento di capitale anche alla luce delle agevolazioni fiscali come previsto dal decreto del 6 dicembre 2011, n. 201 (anche noto come “manovra Salva Italia”).

A questa nuova moratoria hanno aderito Alleanza Cooperative Italiane, Rete Imprese Italia, Assoconfidi, Confindustria, Confetra, la Cia, la Confedilizia, Coldiretti, Confapi, la Confagricoltura e la CLAAI (Confederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società