Modello Redditi PF/2021: novità per le partite IVA

Fanno il loro ingresso al quadro RU del Modello Redditi PF/2021 i crediti d’imposta introdotti a fronte dell’emergenza Covid-19

di , pubblicato il
Fanno il loro ingresso al quadro RU del Modello Redditi PF/2021 i crediti d’imposta introdotti a fronte dell’emergenza Covid-19

In un precedente nostro articolo abbiamo illustrato, in sintesi, le novità del Modello Redditi PF/2021 per i contribuenti non titolari di partita IVA (vedi Dal supebonus 110% al bonus monopattini: novità del Modello Redditi PF/2021).

Procediamo, invece, in questo articolo ad illustrare le principali novità che interessano i titolari di redditi d’impresa e lavoro autonomo.

Da premettere è che restano fermi i tempi di presentazione del Modello Redditi/2021 anche per i menzionati soggetti: la scadenza, per ora è fissata al 30 novembre 2021.

Si tratta di un termine che, in ogni caso potrebbe essere suscettibile di proroga come spesso avviane ogni anno.

Nuovi crediti d’imposta al quadro RU del Modello Redditi PF/2021

Trovano posto al quadro RU del Modello Redditi PF/2021 alcuni crediti d’imposta introdotti da nostro legislatore lo scorso anno 2020 a fronte dell’emergenza Covid-19. In dettaglio stiamo parlando del:

  • credito d’imposta per botteghe e negozi (decreto Cura Italia)
  • bonus per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda (decreto Rilancio)
  • credito d’imposta per le spese per l’adeguamento degli ambienti di lavoro (decreto Rilancio)
  • bonus per le spese di sanificazione degli ambienti e l’acquisto di dispositivi di protezione (decreto Rilancio).

Spazio anche per il credito d’imposta ricerca, sviluppo e innovazione (legge di bilancio 2020) con la maggiorazione per le attività di ricerca e sviluppo nel Mezzogiorno.

Modello Redditi PF/2021 per titolari di partita IVA: sintesi delle altre novità

Altre novità del Modello Redditi PF/2021 per i titolari di redditi d’impresa e lavoro autonomo, sono:

  • Contributi a fondo perduto: nei quadri RE, RF, RG e LM è prevista l’indicazione dei contributi a fondo perduto che non concorrono alla formazione del reddito (decreto Rilancio, decreto Agosto e decreto Ristori)
  • Commercializzazione di piante vive, floricoltura e oleoturismo: nel quadro RD è modificata la sezione III per tenere conto dei redditi derivanti dalle attività dirette alla commercializzazione di piante vive e prodotti della floricoltura, di cui all’art.
    2135 del codice civile nonché delle novità riguardanti i redditi derivanti dallo svolgimento delle attività di oleoturismo
  • Rivalutazioni beni d’impresa: nel quadro RQ sono previste la sezione XXIV per i soggetti che intendono avvalersi della “Rivalutazione generale dei beni d’impresa e delle partecipazioni” e la sezione XXV, per gestire la “Rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni – settori alberghiero e termale”
  • Versamenti sospesi Covid-19: nel quadro RS (rigo RS480) è inserito il prospetto riservato ai soggetti che, essendone legittimati, non hanno effettuato alle scadenze previste, i versamenti dovuti, avvalendosi delle disposizioni di sospensione emanate a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid– 19.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,