Modello Redditi/2020 al 10 dicembre: “una proroga insufficiente” per i commercialisti

La categoria chiede a gran voce una proroga al 2021 del Modello Redditi/2020 e Modello IRAP/2020

di , pubblicato il
La categoria chiede a gran voce una proroga al 2021 del Modello Redditi/2020 e Modello IRAP/2020

I commercialisti non hanno accolto con grande favore la proroga dal 30 novembre 2020 al 10 dicembre 2020 del Modello Redditi/2020 e Modello IRAP/2020.

“Il rinvio delle scadenze fiscali al 10 dicembre è insufficiente, siamo subissati da segnalazioni di nostri iscritti in affanno che chiedono giustamente di avere più tempo a disposizione”.

Queste le parole del presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili (CNDCEC), Massimo Miani, sulla misura di rinvio contenuta nel decreto Ristori quater.

Per il CNDCEC il Governo scelga tra i commercialisti e il fisco

Lo stesso presidente rinnova, quindi, l’invito al Governo di disporre una proroga che vada almeno agli inizio del prossimo anno e non, invece, limitandola a soli 10 giorni “lasciando l’adempimento in una finestra temporale investita dalla seconda ondata di epidemia da COVID-19”.

Peraltro secondo Miani, si legge nel comunicato stampa diffuso dal CNDCEC, un rinvio agli inizi del 2021 non impatterebbe nemmeno sui saldi finanziari, “ma al massimo sul desiderio dell’Agenzia delle Entrate di ricevere i relativi dati”.

Il presidente conclude chiedendo al Governo di scegliere a questo punto tra chi, in grave difficoltà nella gestione degli invii telematici, chiede un rinvio al 2021 (i commercialisti) e chi, invece, nonostante la seconda ondata di pandemia in corso, chiede l’invio come se si fosse in condizioni di normale operatività.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,