Modello 730/2021 definitivo: tutte le novità in sintesi

Dal superbonus 110% al bonus vacanze; dal credito d’imposta monopattini elettrici al bonus facciate. Sono alcune delle novità del Modello 730/2021

di , pubblicato il
Dal superbonus 110% al bonus vacanze; dal credito d’imposta monopattini elettrici al bonus facciate. Sono alcune delle novità del Modello 730/2021

E’ stato pubblicato in versione definitiva il Modello 730/2021 (anno d’imposta 2020), con le relative istruzioni. Diverse sono le novità che vi hanno trovato spazio rispetto al modello dichiarativo riferito al periodo 2019 (Modello 730/2020).

Termine di presentazione del Modello 730/2021

Non cambiano le modalità di presentazione così come non cambia la possibilità di scelta tra precompilato ed ordinario. Il Modello 730/2021 precompilato sarà reso disponibile dal 30 aprile 2021 (salvo proroghe).

In merito al termine di presentazione, questi, per ora è fissato al 30 settembre 2021. La scadenza vale sia per il modello 730 precompilato che ordinario.

I nuovi bonus nel Modello 730/2021: dal superbonus 110% al bonus vacanze

Una delle principali novità del modello è il superbonus 110% introdotto con l’art. 119 del decreto Rilancio e successivamente oggetto di proroga e modifiche con la manovra di bilancio 2021.

Nel Modello 730/2021 trova, infatti, posto la prima delle 5 rate per chi, con riferimento alle spese sostenute nel periodo 1° luglio 2020 – 31 dicembre 2021, ha deciso di godere del beneficio nella forma della detrazione fiscale in dichiarazione e non di optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito.

Ricordiamo che, il superbonus 110%, così come modificato con la legge di bilancio 2021, spetta per le spese sostenute nel periodo 1° luglio 2020 – 30 giugno 2022 (vedi anche Proroga lunga superbonus 110% per il condominio: a quali condizioni?)

Novità Modello 730/2021: bonus facciate e bonus vacanze

Altri due novità in termini di bonus sono rappresentate dal:

  • bonus facciate, ossia la detrazione per del 90%, per spese fatte dal 1° gennaio 2020 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti (anche qui, il contribuente potrebbe aver optato per lo sconto in fattura o cessione del credito)
  • bonus vacanze (detrazione del 20% del credito d’imposta istituito con il decreto Rilancio per soggiorni fatti in Italia nel periodo 1° luglio 2020 e speso entro il 31 dicembre 2021).

Altre novità Modello 730/2021

Rientra tra le novità anche la riduzione della pressione fiscale del lavoratore dipendente. Dal 1° luglio 2020, infatti, ai lavoratori dipendenti in possesso di un reddito complessivo fino a 28.000 euro spetta il trattamento integrativo, mentre per quelli in possesso di un reddito complessivo da 28.000 a 50.000 euro spetta un’ulteriore detrazione il cui importo diminuisce all’aumentare del reddito. Da tale data non è più possibile fruire del bonus Irpef.

Altre novità in sintesi sono:

  • Campione d’Italia: dal 1° gennaio 2020 è prevista la riduzione del 50% dell’imposta netta determinata ai sensi dell’articolo 188-bis del TUIR
  • Nuova casella “Codice Stato estero”: i contribuenti che si avvalgono in dichiarazione dell’agevolazione prevista per gli impatriati e per i docenti e ricercatori che vengono a svolgere la loro attività in Italia, sono tenuti a indicare il codice dello Stato in cui erano residenti prima di trasferirsi in Italia
  • Credito d’imposta per monopattini elettrici e servizi di mobilità elettrica: per i soggetti che rottamano almeno due autovetture è riconosciuto un credito d’imposta di importo massimo di 750 euro per le spese sostenute dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020 per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile
  • Due per mille alle associazioni culturali: quest’anno è possibile destinare nuovamente il due per mille a favore delle associazioni culturali iscritte in un apposito elenco istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. Per consentire al contribuente l’effettuazione della scelta è stato inserito un apposito riquadro nel modello 730-1
  • Riduzione in base al reddito di alcune detrazioni d’imposta: da quest’anno l’ammontare di alcune delle detrazioni di cui alla sezione I del quadro E si riduce all’aumentare del reddito fino ad azzerarsi al raggiungimento di un reddito complessivo pari a 240.000 euro.

Potrebbero interessarti anche:

Argomenti: ,