Modelli 730-4, ecco come comunicare la ricezione dei dati

Approvato lo schema di Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai modelli 730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle entrate

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Approvato lo schema di Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai modelli 730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle entrate

Modelli 730– 4 2013. Le Entrate approvano il modello di  Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod 730 4 con le  relative istruzioni e specifiche tecniche per la trasmissione dei dati da parte dei sostituti d’imposta.

 Modelli 730 – 4

 Si ricorda che spetta ai Caf e  professionisti abilitati comunicare in via telematica il risultato finale dei modelli  730, (modello 730-4 e modello 730-4 integrativo)  all’Agenzia delle entrate che provvede a renderlo disponibile ai sostituti d’imposta o a loro incaricati. Così l’Agenzia delle entrate con un provvedimento di ieri, 25 febbraio 2013, ha approvato proprio lo schema di “Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod. 730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle entrate”, con le relative istruzioni e specifiche tecniche per la trasmissione dei dati.

 Lo schema di Comunicazione dei dati

 Tale schema di Comunicazione deve essere inviato entro il 31 marzo di ciascun anno, esclusivamente con modalità telematica, direttamente dal sostituto d’imposta o tramite gli intermediari abilitati, secondo le specifiche tecniche annesse al provvedimento ovvero utilizzando il prodotto informatico reso gratuitamente disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate.  I sostituti d’imposta che hanno già ricevuto, a partire dall’anno 2011, i mod 730-4 in via telematica dall’Agenzia delle entrate, in assenza di variazioni dei dati già forniti, non  devono inviare il modello di comunicazione.

 Chi non deve fare la comunicazione

 Risultano invece esonerati dall’obbligo di inviare tale comunicazione relativa ai moduli 730, i soggetti che ricevono i modelli 730-4 in via telematica mediante l’utilizzo di propri canali: l’Inps e i sostituti d’imposta che si avvalgono del Service Personale Tesoro del ministero dell’Economia e delle finanze. Quindi sono esclusi alcuni particolari sostituti d’imposta che già ricevono i modelli 730-4 in via telematica mediante l’utilizzo di propri sistemi. Inoltre nel suddetto provvedimento delle Entrate si legge, nel paragrafo dedicato ai “Casi particolari” che il sostituto d’imposta che riceve il risultato contabile di un contribuente per il quale non è tenuto all’effettuazione delle operazioni di conguaglio restituisce il modello 730-4 entro il quinto giorno lavorativo successivo, per i conseguenti adempimenti, direttamente al Centro di assistenza fiscale (Caf) o al professionista abilitato indicato nel flusso telematico messo a disposizione dall’Agenzia delle entrate.

 Dove trovare il modello

Il modello di Comunicazione in questione è reso disponibile gratuitamente dall’Agenzia delle entrate in formato elettronico (ecco dove reperirlo Modello Comunicazione).

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Modello 730