Mod 730 “situazioni particolari” in scadenza, ecco le date da ricordare

Mod 730 "situazioni particolari" per disoccupati in scadenza il prossimo 30 settembre. Ecco tutte le informazioni necessarie

di , pubblicato il
Mod 730

In scadenza il termine per la presentazione del modello 730 – “Situazioni particolari” da parte dei contribuenti privi di sostituto di imposta, quindi disoccupati per ottenere i legittimi rimborsi fiscali.

Mod 730 “situazioni particolari”: scadenza al 30 settembre

C’è tempo fino al 30 settembre per la  presentazione da parte del contribuente della  “dichiarazione 730 -Situazioni particolari”. A essere interessati da questa scadenza sono quei soggetti titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati che non hanno potuto presentare il modello 730 ordinario in mancanza di un sostituto d’imposta che potesse effettuare il conguaglio.  Rientrano in questa categoria i  contribuenti che, nell’attuale contesto di congiuntura economica, hanno cessato il rapporto di lavoro senza trovare un nuovo impiego, quindi disoccupati. Il modello 730 “situazioni particolari” è stato adottato per consentire a questi soggetti per i quali emerge, per l’anno 2012, un complessivo credito d’imposta, di ottenere in tempi rapidi i rimborsi fiscali. Il modello 730 “Situazioni particolari” deve essere presentato dal 2 al 30 settembre prossimo  a un CAF o a un professionista iscritto nell’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili o nell’albo dei consulenti del lavoro.

730 “situazioni particolari”: a chi serve

Il 730 “situazioni particolari” non è una nuova dichiarazione dei redditi ma è lo stesso modello 730 ordinario con degli aggiornamenti. In sostanza nella casella denominata “Situazioni particolari” posta nel frontespizio, deve essere indicato il codice “1” e in luogo del codice fiscale, nella parte dedicata ai dati del sostituto d’imposta, va inserita la seguente sequenza numerica: “20137302013”. 

730 “situazioni particolari”: come avere i rimborsi fiscali

Presentandolo entro la fine di settembre, i soggetti privi di sostituto di imposta perché senza lavoro possono ottenere i legittimi rimborsi fiscali, sempre che il credito rimborsabile sia di un importo superiore a 12 euro.

 Onde evitare l’erogazione di rimborsi fiscali non dovuti che poi gli uffici delle imposte provvedono a recuperare insieme a sanzioni e interessi, il soggetto che presta assistenza fiscale, quindi il soggetto a cui inviare il mod 730 “situazioni particolari” , chieda al contribuente se ha già utilizzato, in tutto o in parte, il credito derivante dalla dichiarazione dei redditi per pagare imposte diverse da quelle liquidate con la dichiarazione 730-Situazioni particolari, quali ad esempio, l’IMU, la TARES, ecc., mediante la delega di versamento F24. (Per ulteriori informazioni sulle modalità di erogazione dei rimborsi fiscali e sul modello 730 “situazioni particolari” si rinvia ai nostri articoli 730 “situazioni particolari”, tutto sulla dichiarazione dei redditi per chi rimane senza lavoroRimborsi fiscali per disoccupati, ecco come vengono erogati).

[fumettoforumright]

Le altre date da ricordare

Una volta presentato il mod 730 “situazioni particolari “ al CAF o a un professionista iscritto nell’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili o nell’albo dei consulenti del lavoro, spetta a tali soggetti, entro il prossimo 11 ottobre, consegnare la dichiarazione elaborata al contribuente ed entro il 25 ottobre, invece sempre il Caf o il professionista devono trasmettere la dichiarazione all’Agenzia delle entrate.

Argomenti: