Mobilità lavoratori esubero PA: domande entro il 18 maggio

Rush finale per la mobilità dei dipendenti in esubero nelle province, ecco i termini per la presentazione della domanda di preferenza.

di , pubblicato il
Rush finale per la mobilità dei dipendenti in esubero nelle province, ecco i termini per la presentazione della domanda di preferenza.

Rush finale per la mobilità del personale in esubero nella Pubblica Amministrazione delle province.   I posti disponibili da coprire sono stati comunicati nella giornata di ieri dal Ministero della Funzione Pubblica, per accogliere il personale in esubero delle province che dovrà essere riassorbito dalla amministrazioni statali e dai Comuni.   Siamo, appunto, all’ultima fase, quella che consentirà di abbinare la domanda delle amministrazioni all’offerta di mobilità trasferendo i dipendenti in soprannumero.   Gli interessati avranno 30 giorni per presentare le proprie preferenze di assegnazione tra i posti resi disponibili dalle amministrazioni riceventi, dal 18 aprile fino alle ore 24,00 del 18 maggio.   Il personale che non esprimerà preferenze sarà assegnato unilateralmente dal Dipartimento della funzione pubblica solo tenendo conto della vacanza di organico dell’amministrazione di destinazione (fermo restando l’ambito provinciale e metropolitano, o in subordine quello regionale).   A fronte di 3200 posizioni vacanti sono da ricollocare 1644 persone in esubero, la capienza, quindi, sembrerebbe assicurata. Chi non potrà presentare domanda di preferenza? La domanda non potrà essere presentata da:

  • chi si trova nella lista mobilità degli addetti con funzioni connesse al mercato del lavoro;
  • chi possiede al 31 dicembre 2016 i requisiti per il pensionamento con regole Ante Fornero;
  • chi è in corso di collocazione presso i tribunali

  Potranno essere espresse preferenze anche al di fuori delle funzioni svolte e oltre che nel proprio ambito provinciale o metropolitano i dipendenti potranno chiedere di essere destinati anche in amministrazioni aventi sede nel Comune capoluogo della regione di appartenenza. I posti saranno assegnati in base al punteggio posseduto dai dipendenti che otterranno un punteggio in base alla composizione del nucleo familiare, all’eventuale presenza di disabili, all’anzianità di servizio ecc…   La posizione giuridica ed economica sarà mantenuta dai dipendenti in soprannumero trasferiti in riferimento alle voci di trattamento economico fondamentale e accessorio e in base all’anzianità di servizio maturata.

Argomenti: , , ,