Mini IMU 2014, nessun salasso per i contribuenti

Almeno così ha garantito il ministro dell'economia Fabrizio Saccomanni in audizione alla Camera quando ha confermato la scadenza della mini IMU il prossimo 24 gennaio 2014

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Almeno così ha garantito il ministro dell'economia Fabrizio Saccomanni in audizione alla Camera quando ha confermato la scadenza della mini IMU il prossimo 24 gennaio 2014

Confermata la scadenza della mini IMU il prossimo 24 dicembre 201 e costerà ai contribuenti meno del 10% di quanto sarebbe stato altrimenti dovuto. Lo afferma il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, in audizione nella commissione Finanze della Camera.

Scadenza mini IMU 2014

Poco meno di una manciata di euro, dice il ministro, ci costerà il pagamento della mini IMU in scadenza il prossimo 24 gennaio 2014, scadenza questa confermata e come tale non ci sarà nessun rinvio come invece prospettato e richiesto da alcuni amministratori locali e sarà equivalente a meno del 10% di quanto sarebbe costata ai proprietari di prima casa l’Imu nel 2013, ossia 4,4 miliardi. Inoltre si assicura un trattamento equo dei contribuenti, non discriminandoli in base alla tempistica con cui i Comuni sono intervenuti sul tributo”- queste la parole del ministro Saccomanni intervenendo presso la commissione Finanze della Camera in un’audizione dedicata ai contenuti del decreto Imu-Banca d’Italia, approvato dal Senato lo scorso 9 gennaio e ora in attesa di ricevere l’ok definitivo dall’aula di Montecitorio entro il 29 gennaio prossimo. L’ultimo passaggio in relazione ad una tassa, l’IMU “formalmente abolita”, dice il ministero e la cui abolizione “si è resa necessaria «per salvaguardare l’equilibrio di bilancio data l’impossibilità di attivare strumenti impositivi alternativi”.

Calcolo mini IMU: ecco come fare

Per effettuare correttamente il calcolo mini IMU che si pagherà solo quest’anno, occorre in primo luogo individuare la base imponibile che è data dalla  rendita catastale rivalutata del 5 per cento, e moltiplicata per il coefficiente moltiplicatore di 160, quello previsto per le abitazioni (nel caso delle pertinenze ammesse al beneficio il moltiplicatore è lo stesso). In seguito si calcola l’Imu con l’aliquota al 4 per mille e si detraggono 200 euro, la detrazione IMU di base più, eventualmente, 50 euro per ogni figlio conviventi di età sino a 26 anni. Stessi passaggi per l’aliquota IMU alta decisa dal comune. Infine il conto finale è dato prima sottraendo quanto calcolato con l’aliquota al 4 per mille dall’Imu dovuta applicando invece l’aliquota 2013. Il risultato va poi considerato al 40%. La mini IMU quindi si pagherà modello F24 o con  il bollettino di conto corrente postale eventualmente deciso dai Comuni. (Si veda anche Mini IMU 2014, tutto sul calcolo in scadenza).

[fumettoforumright]

Mini IMU: niente pagamento sotto i 12 euro

Il pagamento mini IMU non ci sarà se il risultato dal calcolo sia inferiore ai 12 euro. Come precisato dal ministero delle finanze, nelle FAQ pubblicate on line sul sito, l’importo deve intendersi riferito all’imposta complessivamente dovuta con riferimento a tutti gli immobili situati nello stesso comune.

Si veda anche il nostro articolo Mini IMU 2014, ecco quando non si paga

Pagamento mini IMU: ecco chi sono i soggetti obbligati

Si ricorda che sono chiamati alla cassa tutti quei contribuenti residenti nei comuni che hanno deciso di aumentare l’aliquota IMU di base, quella al 4 per mille, per il 2013. In tal caso occorre verificare sul sito istituzionale del comune, proprio se vi è stato questo aumento delle aliquote. Per maggiori dettagli si veda Mini IMU 2014, tutto sul pagamento in scadenza

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mini IMU