Microcredito PMI: garanzia, modalità di accesso e decreto in Gazzetta

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale che regola l'accesso alla garanzia per il Microcredito per le piccole e medie imprese.

di , pubblicato il
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale che regola l'accesso alla garanzia per il Microcredito per le piccole e medie imprese.

Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 marzo 2015 che modifica le modalità di accesso alla garanzia del microcredito PMI è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 107 dell’11 maggio 2015.   Il Decreto prevede una procedura di prenotazione per la garanzia attivabile direttamente dai soggetti beneficiari finali e concessa gratuitamente, che copre l’80% dell’importo del credito erogato.   L’elenco dei soggetti finanziatori abilitati ad operare con il Fondo del microcredito è riportato sul sito www.fondodigaranzia.it Microcredito PMI: beneficiari   A poter beneficiare del Fondo sono i lavoratori autonomi, gli imprenditori individuali, le società di persone, le società a responsabilità limitata semplificate, le associazioni e le società cooperativi che dimostrino di possedere i seguenti requisiti:

  •  L’impresa deve essere attiva da meno di 5 anni;
  •  L’impresa deve avere un massimo di 5 dipendenti, che diventano 10 per le società;
  • L’attivo patrimoniale dei 3 esercizi precedenti non deve essere superiore a 300.000 euro;
  •  i ricavi lordi annui non devono superare i 200.000 euro;
  •  l’impresa non deve avere un indebitamento pregresso superiore ai 100.000 euro

 

Microcredito PMI: la garanzia

La garanzia concessa dal fondo copre l’80% dell’importo corrisposto con il finanziamento erogato da un soggetto finanziatore per l’acquisto di servizi o beni strumentali (sono compresi i canoni di leasing e le polizze assicurative, le spese sostenute per la retribuzione di nuovi dipendenti e quelle per attivare o frequentare corsi di formazione).   La garanzia viene rilasciata gratuitamente e per il finanziamento basta questa senza ce l’impresa debba dare alcuna alta garanzia reale.

I finanziamenti concessi non possono superare i 25mila euro (se l’erogazione è frazionata e vincolata al pagamento puntuale delle ultime 6 rate e allo sviluppo del progetto per cui è stato richiesto il finanziamento, l’importo massimo finanziabile sale 35mila euro).  

Microcredito PMI: prenotazione garanzia

Il Decreto ministeriale dello scorso 18 aprile, pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 maggio, stabilisce le regole sulla prenotazione della garanzia.     I beneficiari finali possono presentare la richiesta di prenotazione della garanzia pima della richiesta del finanziamento stesso. La richiesta va presentata per via telematica presso il sito www.fondodigaranzia.it nella sezione dedicata al microcredito, accedendo con le credenziali rilasciate al momento della registrazione.   Una volta ricevuta la richiesta di prenotazione della garanzia il sistema attribuisce al beneficiario un codice identificativo rilasciando, allo stesso tempo una ricevuta di avvenuta prenotazione che si dovrà presentare al soggetto finanziatore a cui si intende chiedere il finanziamento. Una volta inserita nel sistema, la prenotazione ha una validità di 5 giorni nel corso dei quali va presentata al soggetto finanziatore scelto, che dovrà attestare di aver ricevuto dal beneficiario una formale richiesta di finanziamento.   Entro 60 giorni, poi, il finanziatore dovrà inoltrare a MedioCredito Centrale,

Argomenti: