Messaggi ex: si può fare denuncia per stalking telefonico su Whatsapp?

Quando inviare troppi messaggi all'ex può essere considerato stalking? Attenzione a come si usa Whatsapp dopo la fine di un amore.

di , pubblicato il
Quando inviare troppi messaggi all'ex può essere considerato stalking? Attenzione a come si usa Whatsapp dopo la fine di un amore.

Quando i messaggi dell’ex possono costituire motivo di denuncia per stalking? La fine di un amore è difficile da accettare, soprattutto se la scelta viene presa solo da uno dei due. E oggi con la tecnologia mantenere i contatti con l’ex è fin troppo facile: con social network e Whatsapp il rischio di degenerare e controllare l’altro è dietro l’angolo. Anche chi non effettua telefonate nell’era digitale può diventare pesante e opprimente con continui messaggi e chat. Quando si può denunciare l’ex per stalking telefonico?

Messaggi ex: stalking o molestia?

Nella maggior parte dei casi non si configura il reato di stalking di fronte ai messaggi dell’ex, neppure quando sono numerosi e continui o anche sgradevoli.

Perché si configuri stalking, infatti, occorre una condizione ben precisa: la condotta deve essere tale da provocare nella vittima uno stato di ansia che la costringa a cambiare stile di vita. Da questo punto di vista quindi che i messaggi dell’ex siano 10, 100 o 1000 al giorno poco cambia. Non è la quantità a fare la differenza quanto il contenuto dei messaggi: se anche questi sono offensivi ma non tali da generare ansia o paura, si parla di molestia e non di stalking. Si sfocia in questo secondo capo di accusa invece se il tono è minaccioso.

Siamo nell’era dello stalking digitale?

Per approfondire leggi anche:

Controllare l’account Facebook dell’ex è stalking?

Usare un profilo falso su Facebook è reato?

Cosa fare se l’ex non smette di mandare messaggi?

La prima cosa da fare se ci si trova di fronte ad un ex che non si rassegna alla fine della storia e tormenta con messaggi su whatsapp continui è quella di bloccare dal suo numero ogni chiamata o contatto in entrata. All’atto pratico spesso non basta: lui o lei troverà infatti altri numeri da usare ma in sede processuale è una prova che l’interferenza fosse tale da creare disturbo. Bisogna poi presentare una querela per valutare se sporgere denuncia per molestia o per stalking.

Abbiamo visto che nella maggior parte dei casi si tratta più specificatamente di molestie ma ci sono casi in cui l’ex è stato denunciato per stalking via messaggi soprattutto se la condotta viene perpetrata congiuntamente ad altri atteggiamenti potenzialmente idonei a creare ansia o paura e a costringere la vittima a modificare le proprie abitudini.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.