Mensa scolastica e pasti speciali: i genitori possono chiedere il menù vegano?

Menù vegano a scuola: i diritti dei genitori e gli obblighi di chi gestisce la mensa. Cosa dice la legge e le sentenze di riferimento

di , pubblicato il
Menù vegano a scuola: i diritti dei genitori e gli obblighi di chi gestisce la mensa. Cosa dice la legge e le sentenze di riferimento

I menù speciali delle mense scolastiche devono tener conto di allergie, intolleranze alimentari e tutelare la salute dei bambini. In questo contesto, e non tutti lo sanno, rientra anche la scelta del menù vegetariano e vegano. Se in casa i genitori seguono questo regime alimentare per i propri figli, hanno diritto a farne richiesta anche a scuola e l’istituto non può rifiutarsi (anche se spesso nella pratica accade) perché non si tratta di un capriccio ma di una precisa e consapevole scelta alimentare. Sul punto la legge è chiara e ci sono anche alcune recenti sentenze destinate a fare scuola.

Peraltro le linee guida del Ministero della Salute sulla fruizione della mensa scolastica precisano che devono essere assicurati non solo menù personalizzati in caso di allergie, intolleranze o problemi di salute ma “anche adeguate sostituzioni di alimenti correlate a ragioni etico-religiose o culturali” anche senza certificazioni mediche.

Aldilà di quelle che sono le proprie convinzioni sul vegetarianismo e veganismo quindi è utile essere consapevoli dell’importanza di tutelare un diritto ed evitare discriminazioni.

La scuola può rifiutare il menù vegano a mensa?

Partiamo da una premessa per rispondere ai dubbi dei genitori che si sono visti opporre un rifiuto di fronte alla richiesta di menù vegetariano o vegano a mensa. La scuola non può dire di no. In alcuni casi, dietro la pretesa di tutelarsi, i dirigenti scolastici o il Comune richiedono certificati medici ma a ben vedere basta la dichiarazione di volontà dei genitori. Subordinare l’accettazione del menù vegano alla presentazione di un certificato medico di sana e robusta costituzione dell’iscritto palesa la convinzione infondata che questa scelta alimentare sia dannosa per la salute e quindi è stato considerato un atteggiamento discriminatorio da parte dei giudici.

Di recente l’amministrazione comunale di Merano è stata condannata più volte per non aver ammesso alla mensa scolastica della scuola d’infanzia due alunni vegani se non dopo sentenza del Tar.

Argomenti: ,