Meno tasse sulle pensioni, platea 14sima più ampia e rivalutazione assegni: le richieste dei sindacati al governo

Continuano i presidi per la riforma pensioni: i sindacati chiedono meno tasse, 14sima a più pensionati e rivalutazione assegni: ultime news e aggiornamenti da Roma.

di , pubblicato il
Continuano i presidi per la riforma pensioni: i sindacati chiedono meno tasse, 14sima a più pensionati e rivalutazione assegni: ultime news e aggiornamenti da Roma.

Si è tenuto ieri a Roma, di fronte al Parlamento, un presidio dei sindacati riuniti per far fronte comune nelle richieste di riforma pensioni. Tre i pilastri della battaglia: pensioni più basse, rivalutazione assegni e ampliamento della platea degli aventi diritto alla 14sima. L’appello è al Governo affinché tenga conto di queste richieste inderogabili in fase di discussione della legge di Bilancio, che è imminente. I sindacati sono scesi in piazza visto che i reiterati appelli sul tema sembrano non essere stati ascoltati. Queste le parole di Ivan Pedretti, segretario generale dello Spi Cgil nazionale: “La legge sarebbe una risposta umana a tante persone che stanno male e una bella e grande riforma per tutto il paese. La chiediamo da anni, inascoltati, basta incardinarla nella legge di bilancio. Quando una persona diventa non autosufficiente non deve sentirsi in colpa o un peso ma deve avere un aiuto dallo Stato”.

La mobilitazione si è aperta oggi a Roma, in piazza Monte Citorio ma in parallelo ci saranno manifestazioni per la riforma pensioni in diverse piazza italiane e dinanzi alle prefetture.

Marco Bonomettipresidente di Confindustria Lombardia commentando le misure della prossima legge di stabilità ha spiegato che “cambiare il Patto di stabilità sarà un aiuto per rilanciare l’economia e le imprese” aggiungendo anche che “tuttavia sarà importante che tali investimenti vengano concentrati prima di tutto nelle infrastrutture che possono diventare un volano per tutta la nostra economia. C’è così tanto da fare: porti, aeroporti e autostrade. Non solo costruirne di nuovi, ma intendo anche la manutenzione ordinaria che non si riesce più a fare”. In merito alle pensioni Bonometti ricorda che:“Bisogna investire sui giovani, sarebbe utile reintrodurre per esempio l’apprendistato, ed è importante non sprecare le risorse, facendo investimenti a debito per misure assistenziali come reddito di cittadinanza e quota 100 per le pensioni anticipate”.

Argomenti: ,