Meno soldi per il reddito di cittadinanza a chi non vuole lavorare: ecco cosa sta per cambiare

Si vorrebbe introdurre un meccanismo per incentivare i percettori di Reddito di Cittadinanza ad accettare le offerte di lavoro ricevute.

di , pubblicato il
Si vorrebbe introdurre un meccanismo per incentivare i percettori di Reddito di Cittadinanza ad accettare le offerte di lavoro ricevute.

Nell’ultimo Consiglio dei Ministri, tenutosi soltanto qualche giorno fa, il governo ha definito quali saranno i macro-capitoli della legge di Bilancio. Una delle questioni più cale è sicuramente quella legata all’istituto del reddito di cittadinanza.

La maggioranza di governo, lo sappiamo, è molto ampia, e i contrasti, inevitabilmente, sono parecchi.

Tra chi il reddito di cittadinanza lo vorrebbe abolire del tutto e chi invece ne è un ardito sostenitore, si sta tentando una mediazione che possa soddisfare tutte le parti in gioco.

Il governo starebbe pensando ad un meccanismo per incentivare il percettore del sussidio ad accettare fin da subito le offerte di lavoro ricevute. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Reddito di cittadinanza ridotto per ogni offerta di lavoro rifiutata

Il nuovo esecutivo a guida Mario Draghi, sostenuto da una maggioranza molto ampia, con idee politiche, in molti casi, nettamente contrastanti, starebbe discutendo circa il rifinanziamento e la modifica dell’istituto del reddito di cittadinanza.

Come già detto in apertura, si starebbe pensando ad un meccanismo per incentivare i percettori del sussidio ad accettare fin da subito le offerte di lavoro ricevute.

In pratica, già dal prossimo anno, dovrebbe essere previsto un meccanismo di decurtazione per ogni offerta di lavoro rifiutata da parte dei beneficiari «occupabili».

Inoltre, sono in arrivo anche alcune modifiche relative al meccanismo d’accesso al sussidio. I controlli dei requisiti necessari saranno effettuati previamente e non più, come accade adesso, ex post, ossia dopo l’erogazione dei primi assegni.

Ovviamente, allo stato attuale, si tratta di semplici indiscrezioni. Per avere maggiori dettagli in merito alle modifiche del reddito di cittadinanza bisognerà attendere la lettura dei testi definitivi.

 

Guide e articoli correlati

Argomenti: ,