Medico competente: sospeso per l’anno 2021 il termine di invio dati allegato 3B

Per via dell’attuale situazione emergenziale, viene sospeso per tutto il 2021 il termine, per l’invio dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria.

di , pubblicato il
Per via dell’attuale situazione emergenziale, viene sospeso per tutto il 2021 il termine, per l’invio dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria.

Il Ministero della Salute ha sospeso per tutto il 2021 il termine, fissato entro il primo trimestre dell’anno, per l’invio tramite la piattaforma informatica Inail “Comunicazione medico competente” dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria nell’anno 2020 (obbligo previsto dall’art. 40 del d.lgs. 81/2008 e s.m. – Allegato 3B).

Lo ha comunicato l’Inail, con una circolare del 19 gennaio 2021. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Sorveglianza obbligatoria

La sorveglianza obbligatoria, sostanzialmente, consiste nell’insieme di procedure finalizzate a prevenire l’insorgere di malattie professionali: visite mediche, accertamenti e indagini specialistiche di laboratorio ecc.

Il compito di effettuare la sorveglianza sanitaria spetta a un medico competente, nominato dallo stesso Datore di Lavoro.

lIl decreto legislativo 81/2008, all’art. 40 stabilisce quanto che:

Entro il primo trimestre dell’anno successivo all’anno di riferimento il medico competente trasmette, esclusivamente per via telematica, ai servizi competenti per territorio le informazioni, elaborate evidenziando le differenze di genere, relative ai dati collettivi aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, sottoposti a sorveglianza sanitaria secondo il modello in ALLEGATO 3B”.

Sospensione del termine di invio dati allegato 3B

L’invio dell’allegato, con i dati della sorveglianza sanitaria a cui i lavoratori sono sottoposti da parte del medico competente, sarebbe da effettuarsi entro il 31 marzo 2021.

Tuttavia, secondo quanto comunicato dall’Inail con la circolare del 19 gennaio 2021, l’attuale situazione emergenziale non consente il congruo invio dei dati né una loro elaborazione critica e conseguente pubblicazione.

Articoli correlati

Argomenti: ,