Maturità post Coronavirus: al via gli esami per 13 mila commissioni in tutta Italia

Fare gli esami in presenza non era scontato, alcuni paesi europei li hanno cancellati. Le lezioni in presenza ripartiranno dal 14 settembre.

di , pubblicato il
maturità

Maturità 2020, da stamattina migliaia di studenti in tutta Italia sono impegnati nella prova di maturità, la più impegnativa ed emozionante di tutto il percorso scolastico.

Gli esami in presenza o, per meglio dire, l’esame (visto che quest’anno sono saltate le prove scritte), non erano così scontati e molti altri Paesi europei hanno deciso di cancellarli.

La Ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina, dall’I.T.S. Giacomo Quarenghi di Bergamo ha colto l’occasione per fare un in bocca al lupo a tutti i maturandi e dare loro un messaggio di vicinanza.

 

Ripresa delle lezioni dal 14 settembre

La Ministra Azzolina ha deciso di “inaugurare” la maturità 2020 lanciando un messaggio a tutti gli studenti impegnati in questa prova, dall’I.T.S. Giacomo Quarenghi di Bergamo, uno dei territori maggiormente colpiti dall’emergenza sanitaria del Coronavirus.

Fare gli esami in presenza non era scontato. Alcuni paesi europei li hanno cancellati. Questi esami non concludono l’anno scolastico ma fanno da collegamento con settembre. Sono molto felice di vedere oggi le scuole riaperte e di essere qui a Bergamo”.

Per quanto riguarda la ripresa delle lezioni in presenza da settembre, la ministra ha aggiunto: “Abbiamo fatto una proposta alle regioni per il 14 settembre se intendiamo riportare tutti gli studenti a scuola. Ma già dal primo settembre tutte le scuole saranno aperte per recuperare tutte le attività di apprendimento per gli studenti”.

Dover chiudere le scuole per me è stato uno struggimento, una ferita che mi resterà dentro per sempre e quindi oggi sono veramente felice di vederle riaperte”.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,