Manutenzione caldaia casa in affitto: chi paga per la sostituzione e per i pezzi di ricambio?

E' il proprietario o l'inquilino a doversi occupare della manutenzione della caldaia, delle spese per la sua riparazione e dell'acquisto di eventuali pezzi di ricambio?

di , pubblicato il
E' il proprietario o l'inquilino a doversi occupare della manutenzione della caldaia, delle spese per la sua riparazione e dell'acquisto di eventuali pezzi di ricambio?

É ricorrente il problema della ripartizione delle spese per la manutenzione della caldaia nella casa in affitto: a chi spettano al proprietario o all’inquilino?

La normativa al riguardo è molto chiara: tutti i problemi della caldaia derivanti dal suo uso quotidiano spettano all’inquilino. Le spese per il controllo periodico, la gestione ordinaria della caldaia che diriva dal suo utilizzo e il libretto della stessa sono a carico dell’inquilino.

I pezzi di ricambio per una riparazione o la sostituzione dell’intera caldaia, invece, sono a carico del proprietario dell’appartamento,così come le spese per l’adeguamento alla legge.

Al riguardo si può leggere anche:Caldaia rotta, chi paga le spese l’inquilino o il proprietario?

Come in ogni cosa, quindi, che riguarda una casa in affitto le spese ordinarie sono a carico del conduttore, mentre quelle straordinarie spettano al locatore.

Se le spese di riparazione, con eventuale sostituzione di pezzi della caldaia, sono dovute all’incuria dell’inquilino (che magari non ha provveduto alla manutenzione ordinaria) anche le spese di sostituzione e riparazione sono a suo carico e non a carico del proprietario.

In ogni contratto di locazione, in ogno caso, possono essere presenti delle deroghe che ripartiscono in maniera diversa le spese per la riparazione e la sostituzione della caldaia ma anche per la sua manutenzione.

SI ricorda, però, che se in caso di rottura o riparazione che spetta al proprietario, le spese dovessero essere anticipate dall’inquilino, quest’ultimo non potrà scalare quanto pagato dal canone di locazione in autonomia, ma dovrà essere d’accordo con il proprietario per farlo. Se quest’ultimo dovesse rifiutarsi di restituire quanto speso si dovrà procedere in via giudiziale per recuperare quanto speso.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.