Manovra di bilancio 2021: novità per i documenti IVA precompilati

Per accedere ai documenti IVA precompilati tramite intermediari è necessario che questi abbiano acquisito la delega per la fatturazione elettronica

di , pubblicato il
Per accedere ai documenti IVA precompilati tramite intermediari è necessario che questi abbiano acquisito la delega per la fatturazione elettronica

Novità in arrivo con la Legge di bilancio 2021 in tema di consultazione e predisposizione da parte dell’Agenzia delle Entrate dei documenti precompilati IVA. Per avere certezza di quanto si sta per scrivere, comunque, occorrerà conoscere il testo definitivo della manovra del prossimo anno e che in questi giorni è approdato all’esame parlamentare.

Documenti IVA precompilati dal 1° gennaio 2021

Per comprendere la portata delle novità, dobbiamo ricordare che l’articolo 16 del collegato fiscale alla Legge di bilancio 2020 aveva previsto che, a partire dalle operazioni IVA effettuate dal 1° luglio 2020, in via sperimentale, l’Agenzia delle Entrate mettesse a disposizione dei soggetti passivi dell’IVA residenti e stabiliti in Italia, in apposita area riservata del sito internet dell’Agenzia stessa, le bozze dei seguenti documenti fiscali:

  • registri delle fatture e degli acquisti
  • comunicazioni delle liquidazioni periodiche dell’IVA.

Il decreto Rilancio, ha poi posticipato tale disposizione a decorrere dalle operazioni IVA effettuate dal 1° gennaio 2021.

Il tutto sarà reso possibile grazie ai dati delle operazioni acquisiti dall’Amministrazione finanziaria attraverso i documenti fiscali trasmessi dagli operatori IVA. Ci riferiamo ai dati delle fatture elettroniche; a quelli delle operazioni transfrontaliere nonché ai dati dei corrispettivi telematici.

Come accedere ai precompilati IVA: novità legge di bilancio 2021

Con la manovra di bilancio 2021, se confermato nel testo definitivo che arriverà in Gazzetta Ufficiale, viene stabilito che per la predisposizione dei predetti documenti precompilati IVA, l’Agenzia delle Entrate, oltre ai citati dati, utilizzerà anche quelli presenti nel sistema dell’Anagrafe Tributaria.

Inoltre, viene chiarito che in merito alla possibilità prevista per l’operatore IVA di usufruire dei documenti precompilati IVA per il tramite di intermediari (commercialisti, consulenti del lavoro, ecc.) questi ultimi devono, se non già fatto, acquisire la delega per usufruire dei servizi della fatturazione elettronica.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,