Mamma casalinga o disoccupata: come chiedere il bonus al Comune di residenza

Bonus mamme disoccupate: a chi spetta, quali sono i requisiti, come fare domanda e come si calcola l'importo spettante

di , pubblicato il
Bonus mamme disoccupate: a chi spetta, quali sono i requisiti, come fare domanda e come si calcola l'importo spettante

Essere una mamma casalinga o disoccupata non è facile oggi. Un aiuto alternativo al contributo Inps per la maternità, arriva dai Comuni. Il sostegno in analisi viene moltiplicato per il numero di figli.

Quali sono i requisiti per il bonus mamma casalinga

Possono fare domanda le donne mamme che hanno:

  • cittadinanza italiana;
  • ISEE non superiore a 17.416,66 euro;
  • versato meno di tre mesi di contributi negli ultimi 18 mesi o che risultano disoccupate.

Domanda al Comune per il bonus mamma disoccupata: quali documenti bisogna allegare

I documenti da allegare servono a dimostrare i requisti di cui sopra:

  • dichiarazione sostitutiva unica per l’ISEE;
  • autocertificazione di cittadinanza (in cui si dichiara anche di non essere titolare di maternità Inps);
  • carta di soggiorno (solo per le donne non comunitarie).

Calcolo bonus mamma disoccupata: quanto spetta

L’importo del bonus riservato alle mamme disoccupate nel 2020 è stato aggiornato a 348,12 euro. L’aggiornamento viene calcolato ogni anno in base ai dati Istat. Spettando per cinque mensilità, si ottiene un totale di 1740,60 euro. L’accredito avviene direttamente sul conto della richiedente dopo le opportune verifiche (nella domanda andrà specificato anche l’IBAN).

Leggi anche:

Quali aiuti per le mamme disoccupate?

Argomenti: ,