Malattia e codice “E” di esonero, i chiarimenti Inps

Malattia e fasce di reperibilità con visita fiscale, l'Inps chiarisce l'applicazione del codice "E", specificando i casi di esonero.

di , pubblicato il
Visite fiscali

Malattia: l’Inps ha pubblicato un messaggio in cui chiarisce l’utilizzo del codice “E” e i casi di esonero delle fasce di reperibilità. Tale chiarimento si è reso necessario, viste le varie circolari contraddittorie e le sentenze della Corte di Cassazione, che legittimavano, in casi di stati depressivi certificati, l’esonero delle fasce di reperibilità. Ricordiamo che le sentenze non sono legge e quindi l’unico fondamento sono le disposizoni Inps.

Vi riportiamo il messaggio Inps, rispondendo al quesito di un nostro lettore.

Quesito

Mi servirebbe sapere a chi mi devo rivolgere per l’ applicazione del codice E. Mi è stata diagnosticata una severa forma di depressione causata da traumi psicologici prima ed infine da un trauma fisico, sincope con successiva perdita della memoria. Mediante opportuni esercizi la sto riacquistando, ma mi è impossibile  tornare al lavoro, insegno matematica! Sia lo psichiatra che il neurologo mi hanno consigliato di avere contatti sociali e attività; frequento da anni un gruppo dove si pratica il tai chi, che stimolano sia il corpo che la mente, ma l’ obbligo della reperibilità mi impedisce di fare tutto ciò! La prego mi indichi la strada da seguire, anche perché il forzato rimanere a casa ha aumentato le mie fobie. La ringrazio.

Messaggio Inps: malattia e codice esonero “E”

L’Inps ha chiarito che il codice “E” è un codice interno e i lavoratori devono attenersi agli orari delle fasce di reperibilità, nel modo seguente:

dipendenti privati: mattina ore 10.00 – 12.00 pomeriggio 17.00 – 19.00;

dipendenti pubblici: mattina ore 09.00 – 13.00 pomeriggio 15.00 – 18.00

Secondo le linee guida Inps possono essere esonerati dalle fasce di reperibilità i dipendenti per cui l’assenza di malattia è riconducibile ad alcuni particolari situazioni.

Per i dipendenti pubblici: nel caso di patologie gravi che richiedono terapie salvavita; quando dipende da infortunio sul lavoro; malattie accertate per causa di servizio riconosciuta; stati patologici connessi alla patologia invalidante pari o superiore al 67%.

Per i dipendenti privati: nel caso di patologie gravi che richiedono terapie salvavita; quando dipende da infortunio sul lavoro; stati patologici connessi alla patologia invalidante pari o superiore al 67%.

Conclusione

L’esonero per patologia deve rientrare nelle casistiche sopra evidenziate, in nessun altro modo è possibile.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,