Lotteria scontrini: tutto rinviato al 2021

Il decreto “Rilancio” rinvia al 1° gennaio 2021 la lotteria degli scontrini in virtù dell’emergenza Covid-19

di , pubblicato il
Lotteria degli scontrini come il Gratta e Vinci: sarà anche istantanea, semplice e più accattivante

Già in un nostro precedente articolo avevamo sottolineato il rischio della partenza della lotteria scontrini per il 1° luglio prossimo a causa del emergenza Coronovirus. Ciò che sembrava essere una possibilità ora, invece, dovrebbe trovare certezza nel c.d. decreto “Rilancio” che sarà varato (si prevede entro stasera) dal Governo. Tra le misure in esso contenute, infatti, rientrerebbe anche il rinvio al 1° gennaio 2021 della deadline per il nuovo gioco a premi legati agli scontrini previsto, quale misura per incentivare la lotta all’evasione fiscale ed istituito con la Legge n. 232 del 2016 (commi da 540 a 544) come modificati dal Decreto legge n. 124/2019 (art.19, comma 1, lett. a  e  art. 20, comma 1, lett. a, b e c). Si ricorda che possono parteciparvi tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia che effettuano acquisti di importo pari o superiore a 1 euro (per un massimo di 1.000 euro). Per la  partecipazione il cittadino deve dotarsi di un apposito codice lotteria (accedendo all’area pubblica del Portale Lotteria, www.lotteriadegliscontrini.gov.it). Sono previste estrazioni ordinarie (cui sono ammessi i soli acquirenti) ed estrazioni c.d. “zero contanti” (che premiano anche l’esercente). Bisogna, comunque, che ai fini della partecipazione si tratti di acquisti fatti al di fuori dell’esercizio dell’impresa. La prima estrazione sarebbe dovuta esserci il 7 agosto prossimo e doveva riguardare tutti i corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria dal 1° al 31 luglio 2020 (entro le ore 23:59). A questo punto slitterà tutto al 2021 con un nuovo calendario che dovrà essere reso noto dall’Amministrazione finanziaria.

I motivi del rinvio

Come si legge nella relazione illustrativa al testo del decreto in bozza ed in attesa di approvazione, “La proroga si rende necessaria in considerazione del fatto che la situazione di emergenza epidemiologica Covid-19, con la chiusura di gran parte degli esercizi commerciali (soprattutto di piccole dimensioni) e il contenimento degli spostamenti non essenziali, rende difficoltosa la distribuzione e l’attivazione dei registratori telematici, mettendo a rischio la possibilità per la totalità degli esercenti con volume d’affari inferiore a 400mila euro di dotarsi di tale strumento e, quindi, poter trasmettere i dati della lotteria a partire dal 1° luglio p.v. Conseguentemente, si potrebbe creare confusione nei contribuenti che non comprenderebbero con immediatezza i motivi dell’impossibilità di partecipare alla lotteria per acquisti effettuati da taluni operatori, discriminando questi ultimi non per loro colpa ma per la situazione di emergenziale in corso e creando false aspettative dei cittadini che si ripercuoterebbero sull’efficacia della lotteria stessa”.

Argomenti: ,