Lotteria degli scontrini: la Legge di bilancio 2021 premia solo i pagamenti con carta

Chi paga in contanti non parteciperà a nessuna delle estrazioni a premi prevista dal legislatore.

di , pubblicato il
Chi paga in contanti non parteciperà a nessuna delle estrazioni a premi prevista dal legislatore.

La lotteria degli scontrini premia solo chi paga con carte o altri strumenti di pagamento tracciabile elettonico. A prevederlo è la Legge di bilancio 2021. In particolare la partecipazione alla lotteria degli scontrini sarà permessa solo ai soli soggetti che fanno acquisti di beni o servizi esclusivamente attraverso strumenti che consentano il pagamento elettronico. Escluso chi paga in contanti.

 

La legge di bilancio interviene anche in materia di cashback, sono modificate  le misure premiali per utilizzo strumenti di pagamento elettronici (cashback). Viene chiarito che le somme riconosciute non concorrono alla formazione del reddito imponibile del beneficiario e non sono assoggettate ad alcun prelievo erariale.

La Lotteria degli scontrini

La lotteria degli scontrini è un concorso a premi che sostiene l’acquisto di beni e di servizi presso gli esercenti.

Possono partecipare tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia che acquistano beni e servizi con strumenti di pagamento elettronici (bancomat, carta di credito, carta di debito). Tali acquisti devono essere documentati dal documento commerciale (il vecchio “scontrino fiscale”).

Ogni acquisto genera biglietti “virtuali” che consentono di partecipare alla lotteria: ogni euro speso dà diritto a 1 biglietto, fino a un massimo di 1.000 biglietti per uno scontrino pari o superiore a 1.000 euro. Ogni acquisto deve essere almeno pari o superiore ad un euro.

Per partecipare è necessario attivare il propio codice lotteria da comunicare all’esercente al momento dell’acquisto.

Gli acquisti esclusi

Non permettono di partecipare alla lotteria degli scontrini:

  • gli acquisti effettuati online o nell’esercizio di attività di impresa, arte o professione nonchè
  • quelli per i quali il consumatore richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale ( si pensi ad esempio al bonus mobili).

Nella fase di avvio della lotteria faranno eccezione anche gli acquisti documentati mediante fatture elettroniche e gli acquisti per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (per esempio gli acquisti effettuati presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.).

Le estrazioni: ordinarie e “zerocontanti”

Ad oggi si distingue tra estrazioni ordinarie ed estrazioni zero contanti.

Le estrazioni “ordinarie” premiano solo i consumatori:

 

  • sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana;
  • tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese;
  • un premio di 1 milione di euro ogni anno.

 

Nel caso di estrazioni “zerocontanti”, lo scontrino estratto premia sia il consumatore, sia l’esercente:

  • quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
  • dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
  • un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente, ogni anno.ù

 

Per gli esercenti sono previsti i seguenti premi:

  • estrazioni settimanali, 15 premi da 5.000 euro ciascuno
  • per le estrazioni mensili, 10 premi da 20.000 euro ciascuno
  • l’estrazione annuale, un premio da 1.000.000 di euro.

Le novità della Legge di bilancio 2021

La lotteria degli scontrini è oggetto di modifica con la Legge di bilancio 2021.

Infatti al contrario delle previsioni attualmente in essere, la partecipazione alla lotteria viene ammessa solo ai soli soggetti che fanno acquisti di beni o servizi esclusivamente attraverso strumenti che consentano il pagamento elettronico.

Dunque, in tutti i modi si cerca di sfavorire l’utilizzo del contante.

La stessa Legge di bilancio interviene anche sul cashback.

Difatti:

  • sono modificate anche le misure premiali per utilizzo strumenti di pagamento elettronici (cashback), chiarendo che
  • le somme riconosciute non concorrono alla formazione del reddito imponibile del beneficiario e non sono assoggettate ad alcun prelievo erariale (commi 1095-1097).

La guida dell’Agenzia delle entrate:

L’Agenzia delle entrate ha già provveduto ad aggiornare la guida sulla lotteria degli scontrini.

In particolare, già sono recepite le novità in parola seppur la Legge di bilancio deve ancora completare il suo iter di approvazione.

Così la guida aggiornata nei giorni scorsi

la lotteria nazionale degli scontrini è il nuovo concorso a premi gratuito, collegato agli acquisti effettuati con modalità “cashless” (non in contanti), che parte il 1° gennaio 2021.

Non rimane che attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di bilancio 2021.

Argomenti: ,