Locazioni brevi ed obbligo di apertura partita IVA: le novità in arrivo

Dal 2021 potrebbe configurarsi una presunzione di attività d’impresa a fronte di locazioni brevi aventi ad oggetto un certo numero di immobili

di , pubblicato il
Dal 2021 potrebbe configurarsi una presunzione di attività d’impresa a fronte di locazioni brevi aventi ad oggetto un certo numero di immobili

Dal 2021, ho intenzione di concedere in locazione, per brevi periodi (meno di 30 giorni) tre appartamenti di mia proprietà. L’affitto avverrà attraverso la piattaforma Airbn.

Vi chiedo se per questa attività sono tenuto all’apertura della partita IVA.

Locazioni brevi: novità dal 2021

Con riferimento al caso che ci ha posto il nostro lettore, ci ritroviamo nel campo delle c.d. locazioni brevi, ossia le locazioni di durata non superiore a 30 giorni, inclusi i contratti che prevedono servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali.

In merito, il testo della legge di bilancio 2021, in fase di discussione parlamentare, potrebbe prevedere dal prossimo anno importanti novità in merito a questa attività.

Tra queste il legislatore vorrebbe stabilire che dal 2021, a fini di tutela del consumatore e della concorrenza, l’attività di locazione di immobili di durata non superiore a 30 giorni, da chiunque esercitata, si presume svolta in forma imprenditoriale ai sensi dell’articolo 2082 del codice civile, quando il numero degli appartamenti resi disponibili per le locazioni è superiore a quattro.

La presunzione dell’attività d’impresa per le locazioni brevi

Dunque, dal 2021, laddove l’attività di locazione breve abbia ad oggetto più di 4 appartamenti, questa si presumerà svolta nella forma imprenditoriale e, pertanto, si renderà necessaria l’apertura della partita IVA.

La stessa manovra di bilancio 2021 stabilirebbe altresì che tale presunzione ci sarà anche per i contratti stipulati tramite soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, oppure soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di appartamenti da condurre in locazione.

In conclusione per il nostro lettore, se le locazioni brevi sono saranno circoscritte e tre appartamenti, non ci sarà presunzione di attività imprenditoriale e, quindi, non ci sarà necessità di partita IVA.

Ribadiamo che la novità dovrà trovare conferma nel testo definitivo della manovra 2021 che approderà in Gazzetta Ufficiale.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,