Liquidazione IVA 2017, disponibile software gratuito per invio dati

Liquidazione IVA 2017, l'Agenzia delle Entrate pubblicata il software gratuito per compilazione e controllo.

di Angelina Tortora, pubblicato il
lavoratori autonomi

Liquidazione IVA 2017, l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il software Ivp17 di compilazione e controllo di comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA. Il software gratuito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile sul proprio sito, alla sezione “Software di compilazione”.
Il sofware di compilazione e di controllo Ivp17 consente la compilazione della comunicazione liquidazioni periodiche IVA. L’applicazione mediante una serie di domande determina la struttura della comunicazione relativa alla tipologia dell’utente e predispone i quadri per la compilazione. Si ricorda che ad oggi il termine ultimo per l’invio telematico è il 31 maggio, si prevede una proroga al 10 – 15 giugno, in virtù delle ultime dichiarazioni rilasciate dal Vice Ministro all’Economia.

Proroga comunicazione liquidazione IVA trimestrale 2017 al 15 giugno?

Comunicato Stampa Agenzia delle entrate sulla Comunicazione Liquidazione Iva 2017

L’Agenzia delle Entrate ha emanato un comunicato stampa con tutte le informazione tecniche per l’invio telematico, il comunicato recita:

Dove trovare il software: Il software permette la generazione dei file conformi alle “Specifiche tecniche e regole per la compilazione della comunicazione”, seguendo le istruzioni contenute nel “Modello e istruzioni Comunicazione liquidazioni periodiche Iva”. Entrambi questi documenti sono allegati al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 58793 del 27 marzo 2017.

Il software è disponibile sul sito dell’Agenzia, alla pagina “Software di compilazione Comunicazioni Liquidazioni Periodiche Iva” (Home – Cosa devi fare – Comunicare dati – Fatture e corrispettivi – Software di compilazione). Sul sito si trova inoltre il software di controllo (raggiungibile al percorso: Home – Cosa devi fare – Comunicare dati – Fatture e corrispettivi – Software di controllo). I file possono comunque essere generati con altri strumenti informatici che rispettino la struttura definita.

Occhio alla firma elettronica: Ai file contenenti le comunicazioni va apposta una qualsiasi firma qualificata (firma digitale) o, in alternativa, la firma elettronica basata sui certificati rilasciati dall’Agenzia delle Entrate (di seguito, anche “firma Entrate”).
La firma Entrate potrà essere apposta con la nuova funzionalità disponibile sulle piattaforme “Desktop Telematico” ed “Entratel Multifile”. Analogamente a quanto succede per la funzione di autentica, la firma potrà essere apposta con un’unica operazione su tutti i file selezionati.

Fonte: Comunicato Stampa Agenzia delle Entrate

Proroga comunicazione liquidazione IVA trimestrale 2017, ecco perchè

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco, Modello Iva