Licenziamento illegittimo e reintegro posto di lavoro, la storia di Lisa

Licenziamento illegittimo e reintegro posto di lavoro, ecco cos'è successo ad una lavoratrice che aveva sottratto dall'azienda un bene, con superficialità.

di , pubblicato il
Licenziamento illegittimo e reintegro posto di lavoro, ecco cos'è successo ad una lavoratrice che aveva sottratto dall'azienda un bene, con superficialità.

Lisa era stata licenziata per aver sottratto un monopattino nell’azienda in cui lavorava da 10 anni. L’azienda si occupa di smaltimento rifiuti e il monopattino era destinato allo smaltimento.

L’azienda dello smaltimento rifiuti, non ha provveduto solo al licenziamento ma anche alla denuncia. Immediatamente le proteste, è stata anche formulata una petizione che vi riportiamo per capire meglio la storia della donna chiamata da tutti Lisa.

Petizione: Reintegrate subito Lisa in Azienda

“In un’Italia dove la corruzione negli ultimi anni è all’ordine del giorno e delle cronache di tutti i giorni, il caso del licenziamento di Lisa dall’azienda di smaltimento rifiuti CIDIU S.p.A. dove lavora da 10 anni, ci è saltato subito all’occhio e ci sembra veramente assurdo. Non è possibile licenziare e denunciare un dipendente di un’azienda per lo smaltimento dei rifiuti solo perché si è appropriata di un bene destinato allo smaltimento e alla rottamazione”.

“È difficile immaginare che un monopattino vecchio e un po’ rotto possa costituire motivo di licenziamento. Di certo non ci ha pensato Lisa che ha altri due figli a cui badare e vive al  quarto piano di una casa popolare alla periferia di Torino. “Ora non ci dormo la notte. Sto davvero malissimo perché sono stata loro dipendente per 11 anni e con questo lavoro mantengo tutta la famiglia”.

“Pensiamo in questo caso, senza falsa retorica, che un tale tipo di comportamento, vista la situazione ed il contesto in cui si è verificato, andrebbe persino premiato, in quanto la dipendente, con il suo inconsapevole gesto, dettato dall’istinto di mamma, ha fatto sì che l’azienda risparmiasse sui costi di smaltimento e rottamazione del vecchio monopattino in questione. Viste queste premesse, chiediamo pertanto, l’immediato reintegro e assunzione di Aicha Elisabethe Ounnadi, 40 anni, per tutti Lisa, in azienda”.

Risultato

La petizione ha raggiunto il pubblico e su change.org ha creato un cambiamento con 57.185 sostenitori!

I giudici hanno reintegrato immediatamente Lisa al suo posto di lavoro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.