Licenziamento: conciliazione facoltativa

In quali casi la conciliazione è facoltativa per evitare il licenziamento? Ecco cosa prevede la normativa

di , pubblicato il
In quali casi la conciliazione è facoltativa per evitare il licenziamento? Ecco cosa prevede la normativa

La conciliazione facoltativa , in caso di licenziamento dinnanzi alla Commissione della Direzione Provinciale del Lavoro,  è tornato ad essere facoltativo dal 24 novembre 2010, non è più quindi necessario prima del ricorso in tribunale che in caso di controversia è a discrezione delle parti. Se la vertenza ha come oggetto

  •  impugnazione del licenziamento
  •  pretesa retributiva;
  •  costituzione del rapporto di lavoro;
  • violazione del dovere di fedeltà;
  •  risarcimento danni;
  • violazione del patto di non concorrenza;
  • violazione di obblighi di sicurezza e igiene sul lavoro;
  • illegittime modalità di attuazione del diritto di sciopero

  le parti possono decidere o meno di rivolgersi al giudice.

  La conciliazione facoltativa può essere proposta sia dal lavoratore che dal datore di lavoro e prevede che si presenti domanda presso la Segreteria delle Commissioni provinciali allegando alla stessa Generalità del lavoratore Generalità del datore di lavoro Luogo della conciliazione Luogo delle comunicazioni Esposizione dei fatti Ragioni che sostengano i fatti.   I dati essenziali saranno, poi, verificati dai funzionari e se giudicati insufficienti andranno integrati per far andare avanti la procedura.   Una volta che i dati sono corretti entro 20 giorni dalla richiesta, o entro 20 giorni dalla ricezione dell’istanza dalla controparte, si può depositare una memoria difensiva. Nei successivi 10 giorni le parti saranno convocate davanti alla commissione di conciliazione e dopo 30 giorni dalla convocazione dovrà essere svolto il tentativo di conciliazione. Se non si riesce a raggiungere un accordo di conciliazione la commissione sottoporrà alle parti una proposta di conciliazione da inserire a verbale indicando anche le posizioni assunte da entrambe le parti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: