Liberi professionisti: tutti i bonus e le agevolazioni delle casse professionali

Quali sono i bonus e le agevolazioni previsti dalle casse private dei liberi professionisti? Lo scopo principale dei bonus in oggetto è quelli di riavvicinare i giovani alla libera professione. Le principali casse professionali, infatti, vogliono incentivare e sostenere i giovani liberi professionisti nei momenti di difficoltà. Le misure in questione sono molto ampie e […]

di , pubblicato il
Quali sono i bonus e le agevolazioni previsti dalle casse private dei liberi professionisti? Lo scopo principale dei bonus in oggetto è quelli di riavvicinare i giovani alla libera professione. Le principali casse professionali, infatti, vogliono incentivare e sostenere i giovani liberi professionisti nei momenti di difficoltà. Le misure in questione sono molto ampie e […]

Quali sono i bonus e le agevolazioni previsti dalle casse private dei liberi professionisti? Lo scopo principale dei bonus in oggetto è quelli di riavvicinare i giovani alla libera professione. Le principali casse professionali, infatti, vogliono incentivare e sostenere i giovani liberi professionisti nei momenti di difficoltà. Le misure in questione sono molto ampie e sono a favore non solo dei professionisti ma anche per le loro famiglie.

Bonus bebè,  polizza sanitaria gratuita, dimezzamento dei contributi al microcredito, prestiti agevolati ecc.

Vediamo nel dettaglio quali sono gli incentivi offerti dalle singole casse professionali.

Cassa forense avvocati

La casa professionale degli avvocati prevede un prestito agevolato fino a 15mila euro senza interessi che è possibile rimborsare in 60 mesi. Si tratta dell’accesso al microcredito. Inoltre, sempre per gli avvocati è prevista una riduzione del 50% del contributo minimo soggettivo per i primi 6 anni e l’azzeramento del contributo integrativo per i primi 5 anni e il successivo dimezzamento per altri 4 anni.

Questo a favore degli avvocati che si iscrivono alla cassa forense prima di aver compiuto i 35 anni.

Sempre per gli avvocati è previsto un bonus bebè di 1500 euro e il bonus asilo nido di 1000 euro.

Cassa professionale ingegneri e architetti

Inarcassa, la cassa professionale di ingegneri e architetti prevede diverse agevolazioni e bonus per i proprio iscritti tra le quali ricordiamo: contributi minimi ridotti a un terzo per i primi cinque anni di iscrizione con aliquota soggettiva ridotta al 50%. Sempre per gli iscritti all’Inarcassa sono previsti prestiti agevolati fino a 30mila euro per l’allestimento dello studio professionale e prestiti d’onore per i giovani architetti e ingegneri e per le professioniste madri di figli in età scolare o prescolare.

E’ previsto inotro uno sconto sulla polizza Rc professionale per tutti gli under 35 iscritti.

Nelle prossime pagine vedremo le altre agevolazioni offerte dalle diverse casse professionali.

Cassa professionale Enpacl

Per i consulenti del lavoro iscritti alla cassa professionale Enpacl sono previsti contributi minimi con aliquota dimezzata per i primi 5 anni di iscrizione con soglia minima a circa mille euro.

Sempre per i consulenti del lavoro è prevista la formazione mirata, volta alle professioniste in maternità che vogliono avere un aggiornamento continuo. La copertura sanitaria, inoltre, sarà gratuita per i tirocinanti e per i professionisti che impiegano praticanti nello studio e sono previsti corsi abilitanti sulla sicurezza.

Cassa Commercialisti

Agevolazioni e bonus anche per i commercialisti iscritti alla propria cassa professionali che riguardano, però, soprattutto i giovani: gli under 35, infatti, sono esenti dal pagamento dei contributi minimi per 3 anni dall’iscrizione. Per gli under 36, invece, l’agevolazione prevede il dimezzamento della quota di iscrizione all’ordine. Bonus e agevolazioni soprattutto per le lavoratrici madri: maternità obbligatoria con contributi pari a 5/12 del reddito e previsione della retribuzione di un mese in più di maternità per importi compresi tra 1715 e 4mila euro.

Cassa dei ragionieri

Per ragionieri e periti commercialisti è prevista la riduzione facoltativa dei contributi, volta a coloro che iniziano la libera professione prima del compimento del trentottesimo anno di età. La riduzione è valida per l’anno di iscrizione e per i sei anni successivi. Sono previsti, inoltre, prestiti agevolati fino ad un massimo di 10mila euro per l’avvio dell’attività e per la formazione professionale.

Nelle prossime pagine vedremo le altre agevolazioni offerte dalle diverse casse professionali.

Enpam medici e odontoiatri

Anche per le professioni sanitarie, ed in particolare per medici ed odontoiatri, sono previste diverse agevolazioni tra le quali ricordiamo contributi agevolati ridotti in 3 scaglioni. Per le lavoratrici madre prevista l’indennità di maternità di 1200 euro, sussidi per baby sitter e asili nido. Questi ultimi contributi dovrebbero essere, tra breve, adottati dalla cassa professionale.

Enpav: bonus veterinari

Per i veterinari iscritti all’Enpav è prevista, per i primi 4 anni di iscrizione, la riduzione del 100% dei contributi per il primo anno, del 77% il secondo anno e del 50% il terzo anno.

Anche per i giovani veterinari è previsto un prestito agevolato con tassi di interesse molto interessanti, fino a 50mila euro per l’avvio della professione e per il suo sviluppo. Il finanziamento può essere, inoltre, chiesto anche per la ristrutturazione della propria abitazione e in caso di grave malattia dell’iscritto o di un suo familiare.

Previsto anche per le giovani veterinarie il bonus nascita di 300 euro al meseda erogare all’ottavo mese di gravidanza per far fronte alle spese della nascita, alle spese per asili, baby sitter per i primi 2 anni di vita del bambino.

Enpap: agevolazioni psicologi

La cassa professionale degli psicologi prevede la riduzione, ma solo su richiesta, del contributo minimo per gli iscritti under 35. La riduzione può essere richiesta, però, soltanto da coloro che risultano iscritti da meno di 3 anni. Anche per gli psicologi sono previsti bonus per la maternità: una protezione assicurativa che consente di accedere gratuitamente alle prestazioni sanitarie pre e post parto. Previsti anche prestiti agevolati per lo sviluppo dell’attività fino a 100mila euro.

Argomenti: ,