Legge di Stabilità 2017: tutte le novità della Legge di Bilancio

Le più importanti novità contenute nella Legge di Bilancio 2017.

di , pubblicato il
Le più importanti novità contenute nella Legge di Bilancio 2017.

 Lo scorso sabato il Consiglio dei ministri ha approvato la prima bozza della legge di Bilancio 2017 e le novità in arrivo per il prossimo anno sono molte e toccano molti temi, dal canone Rai alle pensioni, dall’Iri ai nuovi bonus.

Vediamo, ora di esaminare quelle che sono le misure più attese per il prossimo anno.

Pensione anticipata 2017: dall’Ape ai precoci

Le misure più attese per il prossimo anno riguardano sicuramente la riforma pensioni.

Sul fronte previdenziale sono molte le novità in programma, dal prestito pensionistico all’Ape Social, ma ci saranno misure appositamente pensate per i lavoratori precoci e per i lavori usuranti. Novità anche sul fronte quattordicesima delle pensioni, che sarà estesa a redditi più alti e incrementata del 30%.

Per i lavoratori precoci è stata pensata una misura per agevolare l’uscita di coloro che hanno iniziato a lavorare molto presto: per chi ha 12 mesi di lavoro effettivo prima del compimento dei 19 anni e risponde a determinati contributi ci sarà la possibilità di usufruire della quota 41.

Addio Equitalia

Un’altra importante novità contenuta nella Legge di Bilancio riguarda l’addio definitivo ad Equitalia: l’agente di riscossione verrà, infatti, sostituito dall’Agenzia delle Entrate. Con la chiusura di Equitalia è stata annunciata anche la rottamazione delle cartelle di pagamento e nei prossimi mesi, tra l’altro, sarà data la possibilità di regolarizzare la propria situazione debitoria senza sanzione ed interessi applicando, però, un aggio forfettario del 3%.

Nuova IRI

Nella nuova Legge di Stabilità è prevista l’introduzione dell’IRI un imposta sul reddito delle piccole imprese che andrà a sostituire il pagamento dell’aliquota Irpef, che al momento varia dal 23 al 43%, con un’aliquota unica del 24%. La nuova imposta riguarderà, oltre alle piccole imprese anche i professionisti e gli artigiani. La misura appare particolarmente vantaggiosa per i lavoratori autonomi e gli artigiani che fino ad ora sono stati costretti a sottostare al prelievo fiscale dei lavoratori dipendenti pur esercitando attività di impresa.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,