Legge di Stabilità 2016: novità per professionisti e partite IVA dei minimi

Quali misure conterrà la Legge di Stabilità 2016 per liberi professionisti e autonomi a partita IVA dei minimi? Ecco le previsioni e che cosa aspettarsi

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Quali misure conterrà la Legge di Stabilità 2016 per liberi professionisti e autonomi a partita IVA dei minimi? Ecco le previsioni e che cosa aspettarsi

La Legge di Stabilità 2016 si occuperà anche del lavoro autonomo: quali previsioni potrebbe contenere per le partite IVA a regime dei minimi? Il 2015 è stato un anno travagliato per gli autonomi con redditi bassi: è iniziato con l’introduzione del nuovo forfettario che avrebbe dovuto sostituire da subito i vecchi minimi e poi è arrivata la proroga per tutto il 2015. Ma che cosa accadrà l’anno prossimo? Su quali punti la Legge di Stabilità 2016 dovrebbe intervenire in modo correttivo? Il nuovo forfettario introdotto dalla precedente Legge di Stabilità prevede delle condizioni eccessivamente restrittive. Uno dei punti più dibattuti, e su cui la Legge di Stabilità 2016 è chiamata ad intervenire, è la differenziazione della soglia ricavi/compensi in base alla tipologia di attività. Da rivedere inoltre la tassazione più onerosa con il passaggio dell’imposta sostitutiva dal 5 al 15%. Le disposizioni ponte contenute nel decreto Milleproroghe hanno tamponato il problema fino alla fine dell’anno ma dal prossimo occorre una soluzione più stabile e a lungo termine.  

Proroga regime dei minimi anche per il 2016?

Su queste basi non è stata esclusa una proroga del regime dei minimi anche per il prossimo anno, almeno per i soggetti che entro il 31 dicembre 2015 hanno già dato vita all’attività. Per quanto riguarda l’aliquota la proposta è quella di tornare al 5%. Si potrebbe inoltre intervenire per eliminare la differenziazione della soglia ricavi/compensi, fissandola a 30 mila euro come con i minimi indipendentemente dal tipo di attività svolta. E’ intuitivo che, se tutti questi correttivi venissero attuati, di fatto si tornerebbe al precedente regime. Occorre dunque valutare a quale intervento il governo intenderà dare priorità. Soggetto a copertura economi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Regime dei minimi